11 dicembre 2018
Aggiornato 00:30
Ultim'ora | Lavoro

Lavoro, Polverini: Di Maio uno e trino, aspettiamo miracolo

"Su sicurezza solo minima traccia in contratto Lega-M5s"

Roma, 14 giu. - "Rispetto a tutti gli altri ministri di questo governo, Forza Italia sarà molto più esigente con quello dello Sviluppo economico e del Lavoro", perché "proprio il lavoro è il fondamento della nostra Repubblica e della Costituzione", tuttavia "del tema centrale riguardante la sicurezza sui luoghi di lavoro c'è solo una minima traccia nel cosiddetto 'contratto di governo'. E questo è un grosso vizio di forma". Lo ha detto Renata Polverini, deputata di Forza Italia, intervenendo nell'Aula di Montecitorio dopo l'informativa sugli incidenti nei luoghi di lavoro del Ministro dello Sviluppo economico e del lavoro, Luigi Di Maio.

"Di questo nuovo ministero - ha aggiunto l'esponente azzurra - non sappiamo ancora nulla. Se ci sarà un accorpamento non conosciamo né i tempi, né i modi. L'unica cosa certa è che spesso nel passato il dicastero del Lavoro e quello dello Sviluppo economico sono andati in contrasto, non per capricci dei ministri, ma perché, molto spesso, su alcune materie sono concorrenti, addirittura il Ministro del lavoro ha competenze rispetto a controlli del dicastero dello Sviluppo economico. Su alcune questioni, quindi, si intravede già un conflitto di interessi". E comunque, l'auspicio della Polverini è che "Inps e Ispettorato lavorino" di più e meglio "insieme alle Regioni e al ministero della Salute", orientando, inoltre, "verso una formazione vera lavoratori e imprese, nonché le giovani generazioni".

"Il ministro Di Maio racchiude in se tre ruoli in uno, è uno e trino. E anche per questo Forza Italia sarà molto attenta al suo lavoro perché non ci aspettiamo solo impegno e passione ma un vero e proprio miracolo", ha concluso l'esponente azzurra.