Migranti

Migranti, mancano celle frigo: nave Usa lascia cadaveri in mare

La Us Trenton ha recuperato 41 persone al largo della Libia

(© Askanews)

Roma, 14 giu. - Non ci sono celle frigorifere a bordo e l'equipaggio della nave della Marina militare americana Trenton, che incrocia nel Mediterraneo, ha dovuto abbandonare 12 cadaveri di migranti direttamente in acqua. A confermare indirettamente questo sviluppo a La Repubblica è la stessa Us Navy, secondo cui "non ci sono cadaveri a bordo".

La USNS Trenton appartiene alla Sesta Flotta Usa, basata a Napoli, che martedì ha fatto sapere di aver "prestato soccorso a uomini in mare in difficoltà, incontrati durante operazioni di routine nel Mare Mediterraneo". I migranti - riferisce military.com - sono stati così presi a bordo e in un comunicato della Marina americana si precisava che "le autorità statunitensi si stanno coordinando con i nostri partner internazionali per determinare la loro destinazione definitiva".

La vicenda è stata riportata inizialmente dall'ong Sea-Watch, secondo cui le persone tratte in salvo al largo delle coste libiche sono 41 e 12 i morti inizialmente recuperati.

Ora Sea-Watch fa sapere che non prenderà a bordo i 41 migranti a causa del rifiuto dell'Itala di indicare un porto dove attraccare. Ieri l'organizzazione ha detto che i migranti recuperati dagli americani hanno urgente bisogno di cure sulla terraferma.