18 agosto 2018
Aggiornato 08:30

Labriola (Fi): Mediterraneo sia al centro del dibattito europeo

"Servono nuove regole"

Roma, 13 giu. - "L'emergenza migratoria nel Mediterraneo, solo in parte legata ai conflitti in corso in alcuni paesi del Medio oriente e dell`Africa, deve essere finalmente affrontata in modo corale e sinergico dall`Unione europea, sino a oggi totalmente assente. Il Mare Nostrum, divenuto negli anni mare di morte, sia sottratto ai trafficanti di vite umane e a business di non chiara natura. Bruxelles usi la propria autorità per dialogare con i paesi della sponda sud del grande mare, individuando problematiche e soluzioni". Lo dice l'onorevole Vincenza Labriola di Forza Italia.

"Riveda - aggiunge - al tempo stesso i nodi rappresentati dall`accordo di Dublino e dalle quote di richiedenti asilo. In relazione infine alle gravi accuse rivolte dal governo francese a quello italiano sulla vicenda Aquarius, ritengo che Macron e il suo esecutivo debbano all`Italia delle scuse. Se centinaia di migliaia di vite sono state salvate negli anni nel Mediterraneo è soprattutto merito del nostro Paese. La Francia abbia rispetto dell`incessante lavoro della nostra marina, della guardia costiera, della pazienza e dell`ospitalità della gente comune".