Ultim'ora | Turismo

Turismo, per il Gruppo Gattinoni un bilancio 2017 da incorniciare

Il fatturato sale a 246,5 mln (+20%), l'Ebitda cresce del 61%

(© Askanews)
(© Askanews) ()

Roma, 17 mag. - Un anno da incorniciare per la holding Gattinoni, che ha chiuso il bilancio economico finanziario 2017 con un fatturato di 246,5 milioni di euro (+20% sul 2016), confermandosi come una delle prime realtà nel mercato turistico italiano per valore dei volumi, marginalità, contratti commerciali e ampiezza dei servizi offerti.

Il significativo ruolo nel mercato - spiega una nota - si evince a partire dal dato relativo al valore dei contratti commerciali generati dal Gruppo in tutte le sue divisioni: 755 milioni di euro, che rispetto ai 650 milioni del 2016 implicano un aumento del 16%. Il dato rivela quanto il giro d`affari non si riferisca al solo fatturato intrinseco ma anche al valore transato fra agenzie e tour operator e aziende. Le previsioni per il 2018 innalzano questo dato a 825 milioni di euro.

Per l`esercizio 2017 il Gruppo Gattinoni ha registrato invece un fatturato complessivo pari a 246,5 milioni di euro, a fronte dei 205 milioni del 2016, con una crescita del 20%.

Il volume è stato prodotto dalle due Srl che compongono il Gruppo: Gattinoni Travel Network srl, che accorpa le divisioni Gattinoni Mondo di Vacanze (network di agenzie di viaggi e prodotto) e Business Travel; e Gattinoni & Co. srl a cui fanno capo le divisioni Communication, Incentive & Event, Made in Italy e Healthcare.

In termini di redditività, l`Ebitda è passato da 2,18 milioni di euro del 2016 (anno caratterizzato da importanti investimenti in tecnologia e nella sede-hub Gattinoni di Milano) a 3,5 milioni di euro nel 2017, con un incremento del +61%. Si tratta indubbiamente di una crescita di grande valore.

"Siamo molto soddisfatti perché i risultati confermano i nostri budget - ha commentato Franco Gattinoni, presidente del Gruppo -, sono in linea con quanto ci eravamo proposti. Il 2016 è stato anno di cospicui investimenti in termini di sede e tecnologia e il 2017 anno di massiccia riorganizzazione manageriale; il 2018 sarà il primo di 3/5 anni di importante crescita sotto tutti i profili".