21 agosto 2018
Aggiornato 01:00
Ultim'ora | Ue-Balcani

Ue, per i Balcani prospettiva europea, ma prima le riforme -3-

Sofia, 17 mag. - Il piano A di fatto prevede le prime adesioni - Montenegro e Serbia - entro il 2025; in cambio Bruxelles esige delle riforme e una decisa lotta alla corruzione - nonché una soluzione alle divergenze fra alcuni dei Paesi candidati, come ad esempio Grecia e Macedonia. Ma i Paesi balcanici hanno fretta e agitano lo spettro di influenze alternative: Russia, ovviamente, ma anche Cina e Turchia.

Timore di cui si è fatto portavoce anche il Cancelliere austriaco Sebastian Kurz, prossimo presidente di turno dell'Ue: "Il vertice può essere un atto simbolico, ma può anche dar luogo ad un maggiore dinamismo: se no vi sarà una prospettiva europea per i Balcani, l'influenza turca ed altre influenze diventerannos sempre più forti, e non voglianmo che ciò accada".