21 agosto 2018
Aggiornato 01:00
Ultim'ora | Siria

Siria, Onu: sanzioni internazionali "esacerbano" crisi umanitaria

"Popolo siriano privato dai suoi bisogni urgenti"

Roma, 17 mag. - Le sanzioni internazionali contro la Siria "esacerbano la crisi umanitaria" nel Paese, devastato dal 2011 da un conflitto senza fine: lo ha detto oggi un esperto nominato dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in viaggio verso Damasco.

Dopo l'inizio della guerra in Siria, le potenze occidentali, guidate dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea, hanno adottato sanzioni economiche con l'obiettivo di indebolire il regime di Bashar al-Assad, prendendo di mira in particolare i settori bancario e petrolifero. "Una conseguenza involontaria delle sanzioni unilaterali contro la Repubblica araba siriana è che il popolo siriano è privato dai suoi urgenti bisogni umanitari", ha detto l'esperto Idriss Jazairy.

Il funzionario ha chiuso oggi una visita in Siria su invito del regime. Secondo l'esperto, la "mancanza di chiarezza" in merito alle "esenzioni" di cui dovrebbero beneficiare le agenzie umanitarie hanno portato "banche, compagnie assicurative, società di trasporto e venditori di prodotti umanitari, a non trattare con nessun soggetto legato alla Siria".