24 settembre 2018
Aggiornato 15:30
Ultim'ora | Plastica

Plastica: industria, estetica, design e sfida ambientale -2-

Workshop presso CasaCorriere alla Design Week di Milano

Roma, 17 apr. - Per francesco Morace "La varietà di forme e colori che questo materiale permette segna la "nuova plasticità" del paesaggio domestico. Tecnologia più avanzata e il design più raffinato, possono convivere con esigenze ergonomiche e di comfort, definendo un panorama di innovazioni semplici e dirette che possono incidere sulla qualità della propria vita: è in questa dimensione che la plastica torna ad essere la regina del quotidiano".

Secondo Marco Malvaldi invece "La plastica ha permesso l'isolamento elettrico e dunque cosucce come gli elettrodomestici e i computer. E'un elemento vitale per la società. Il problema? Occorre non abbandonarla nell'ambiente e farne un uso prevalente in opere strutturali". Ancora, per Mario Luca Giusti "La plastica è un materiale quasi magico perché può essere adattato con maggior facilità sia nelle forme che nei colori rispetto ad altri decisamente più statici. Quando creo mi piace giocare con una vasta tavolozza di tonalità grazie a quella luminosità e a quella trasparenza che - proprio come il cristallo - riusciamo a dare alla nostra plastica e che per questo motivo chiamiamo "Cristallo Sintetico".

Ed il risultato "è un mondo caleidoscopico fatto di oggetti realizzati in un materiale moderno, ma al tempo stesso dalle forme classiche che fanno ormai parte della tradizione".

Giangiacomo Pierini, Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione Coca-Cola HBC Italia, ricorda infine come l'azienda abbia introdotto "le bottiglie in PET nei primi anni 80, scegliendo un materiale da subito riciclabile al 100%. La plastica non è oggi sostituibile: è leggera, versatile e garantisce la massima sicurezza al consumatore, oltre ad aver un ridotto impatto ambientale rispetto ad altri materiali d'imballaggio. Negli anni abbiamo investito in tecnologia con bottiglie il 40% più leggere rispetto all'inizio evitandone sprechi, oltre ad aver introdotto PET di origine vegetale e PET riciclato. Infine, insieme ai Consorzi, abbiamo attivato progetti di formazione che ricordano l'importanza del riciclo, una responsabilità che non può che essere condivisa".