19 dicembre 2018
Aggiornato 05:00
Ultim'ora | Governo

M5s smentisce Foglio: programma è quello votato dagli iscritti

Versione definitiva pubblicata il 21 febbraio, prima provvisorie
(© Askanews)

Roma, 17 apr. - "Su questa storia dei programmi del MoVimento 5 Stelle siamo costretti a smentire il Foglio, perché la vera truffa è proprio l'articolo che oggi ci accusa di aver modificato i punti programmatici subito dopo il voto delle elezioni politiche". E' quanto si legge in un post sul blog delle stelle.

"Andiamo per ordine. Il Foglio scrive che 'fino al 2 febbraio sul sito del M5S c`era un programma, il 7 marzo - tre giorni dopo le elezioni - ce n`era un altro'. Falso. Il programma definitivo è stato pubblicato il 21 febbraio 2018, dopo un'ultima revisione dedicata all'impostazione grafica - chiariscono i pentastellati -. Come si vede anche da questo link relativo al programma Esteri, i punti votati dai cittadini sono gli stessi inseriti nel programma. Leggete qui e verificate voi stessi".

Quindi, spiegano dal M5S, "le versioni precedenti a quelle definitive, pubblicate il 21 febbraio 2018, erano chiaramente versioni provvisorie, sviluppate all'interno di gruppi di lavoro ad aprile dello scorso anno e che poi sono state oggetto di ulteriori modifiche, accogliendo proposte e istanze, fino alla stesura definitiva. Tra l'altro il Foglio scrive che le due versioni sono di senso 'totalmente diverso e spesso diametralmente opposto'. Ad esempio cita un passaggio della prima bozza, in cui si legge 'ripudiamo ogni forma di colonialismo, neocolonialismo e ingerenza straniera', ma nella versione finale c'è scritta la stessa identica cosa, in una forma più adeguata: 'La politica estera del Movimento 5 Stelle - riporta la versione finale - si basa sul rispetto dell'autodeterminazione dei popoli, la sovranità, l`integrità territoriale e sul principio di non ingerenza negli affari interni dei singoli Paesi?'. Dove sarebbe il senso 'diametralmente opposto' di cui parla il Foglio?".

(segue)