10 dicembre 2018
Aggiornato 02:30

Fratoianni: ricostruire sinistra ma non con Pse, è improponibile

Roma, 17 apr. - "Noi veniamo da un intenso fine settimana dove abbiamo discusso sulle cause del risultato insufficiente del voto a Leu e delle prospettive e su come si riparte. Abbiamo proposto di ripartire da Liberi e Uguali ma consapevoli che quello che abbiamo fatto finora non è stato sufficiente a convincere tanti elettori che guardano a sinistra". Lo afferma Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali dai microfoni di Rainews partecipando alla trasmissione Studio24.

"E ripartiamo - prosegue il leader di Si - ponendo alcune questioni di cui una è per me molto rilevante: il rapporto con quello che si muove in Europa. Ad esempio, per me l`ipotesi di appoggiare una lista o un candidato alla presidenza della commissione Ue, o di stare nel campo socialista europeo per quello che vedo oggi non esiste. Qualche giorno fa i socialisti francesi ad esempio si sono espressi favorevolmente per i bombardamenti in Siria, e questa per me è una delle questioni che dice esattamente quanto sia oggi improponibile quel campo - conclude Fratoianni - rispetto alla necessità di ricostruire una forza che abbia a sinistra funzione e senso in prospettiva nel nostro Continente".