Ultim'ora | Inflazione

Inflazione,Federconsumatori:con tasso a +0,8% stangata da 236 euro

Roma, 17 apr. - Il tasso di inflazione allo 0,8% "determinerà un incremento a carico delle famiglie pari a 236,8 euro annui". A stimarlo è Federconsumatori.

Un aggravio che "si abbatterà come un macigno sulle condizioni già precarie dei nuclei familiari, ancora impegnati a fare i conti con la crisi sul fronte occupazionale".

In tale contesto, "tali aumenti non aiutano a sostenere la domanda interna che si trova in una fase di stallo. Basti pensare che, secondo i dati più recenti diffusi dall`Istat, la diminuzione dei consumi in volume segna quota -1,9%".

"Non osiamo immaginare cosa accadrà se, come si prospetta, non saranno sterilizzati gli aumenti dell`Iva in programma a partire dal 2019", ha affermato Emilio Viafora, Presidente della Federconsumatori. - "Secondo le nostre stime, se non si interverrà concretamente per evitare gli aumenti, le famiglie dovranno far fronte, a regime, ad un aggravio di +795 Euro annui a famiglia."

Per questo "sollecitiamo un intervento urgente finalizzato, da un lato, all`adozione dei provvedimenti necessari per congiurare l`incremento dell`Iva, dall`alto la disposizione di un piano per la redistribuzione dei redditi e per il rilancio occupazionale. Ci aspettiamo che, con un atto di responsabilità, siano queste le priorità assolute del governo, non appena si sarà formato e insediato. Proseguire in questa fase di stallo non è utile al Paese, che, per ricominciare ad intravedere reali spiragli di crescita, ha urgente bisogno di una seria operazione di rilancio".