Ultim'ora | Governo

Fratoianni: stallo provocato da veti reciproci e tattiche palazzo

Manca discussione di merito sulle scelte da compiere per il nostro Paese

Roma, 17 apr. - "Finora è tutto bloccato per un gioco di veti reciproci, soprattutto da parte dei due attori principali M5S e Lega ma che riguardano anche chi queste elezioni non le ha vinte, penso al Pd che perlomeno in una sua parte quella legata all'ex segretario Renzi continua a rifiutare qualsiasi elemento di discussione sul merito". Lo afferma Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali dai microfoni di Rainews, durante la trasmissione Studio24.

"Io credo che in questo momento - prosegue il leader di SI - la cosa che sarebbe necessario fare sarebbe provare a mettere in evidenza, a rendere comprensibili i temi e le questioni su cui la differenza tra i cosiddetti 'forni' torna ad essere percepibile. Se Di Maio propone contratti a destra e a manca senza però dire quale è il contenuto di questo contratto , il modo migliore per rispondere a questo atteggiamento non credo sia quello dell'irrisione o del rinchiudersi da una parte, piuttosto sia quello di dire discutiamo sul merito del contratto, verifichiamo sul merito da che parte si va".

"Il fatto che da 42 giorni non si parli più del merito delle questioni è il problema. Quella che è sparita è la discussione politica, si parla sono del passo a lato di Berlusconi, del centrodestra unito oppure no, se vinco io e non tu in Molise cambia tutto, aprire un forno oppure due. È scomparsa del tutto - conclude Fratoianni - la discussione di merito sulle scelte da compiere sui problemi del Paese".