15 dicembre 2018
Aggiornato 21:00
Ultim'ora | Migranti

Magi: bene dissequestro Open Arms, ora chiarezza su ruolo Libia

"Salvare vite non può essere reato"

Roma, 16 apr. - "Il dissequestro della nave Proactiva Open Arms da parte del gip di Ragusa è una prima buona notizia in questa vicenda e speriamo che l'imbarcazione possa quanto prima riprendere la sua attività di salvataggio in mare. È positivo che il giudice riconosca che i volontari della ong spagnola hanno agito per necessità, visto che non ci sono elementi per considerare la Libia un posto sicuro dove poter riaccogliere i migranti. Ma allora, anche alla luce di questo, è urgente rispondere alle domande che abbiamo posto nell'interpellanza sul caso Open Arms, presentata alla Camera e al Senato a firma mia e di Emma Bonino". Lo dichiara il deputato di +Europa Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani.

"Ancora non sappiamo perché le autorità italiane abbiano ceduto alla guardia costiera libica la gestione di operazioni di salvataggio in acque internazionali, dal momento che nessuna zona SAR libica è riconosciuta. Ancora nessuna risposta sulle minacce rivolte dai militari libici ai volontari di Open Arms per tentare di riprendersi a bordo i naufraghi salvati dalla ong e ricondurli in Libia, né sulla sorte dei naufraghi recuperati lo stesso giorno da una motovedetta libica e riportati in Libia nel corso di un'altra operazione per cui la MRCC di Roma aveva in origine allertato la nave di Open Arms. E resta dunque il dubbio che il nostro Paese possa essersi reso complice di respingimenti illegali, visto che nessun porto libico al momento può essere considerato un luogo sicuro. Intanto i volontari di Open Arms restano indagati. Salvare vite non può essere considerato reato, decriminalizzare la solidarietà in tutta Europa è proprio tra gli obiettivi dell'Iniziativa dei cittadini europei 'Welcoming Europe' che lanceremo giovedì come Radicali Italiani insieme a tante altre organizzazioni anche alla presenza del portavoce di Open Arms Riccardo Gatti", annuncia Magi.