22 ottobre 2018
Aggiornato 04:00
Ultim'ora | Fca

Fca: azienda assicura nessun esubero a Torino

Incontro con i sindacati, più sinergie tra Mirafiori e Grugliasco

Torino, 16 apr. - A Torino non ci saranno esuberi. Nell'incontro di oggi con i sindacati, prima i firmatari del contratto poi la Fiom, la delegazione aziendale di Fca ha garantito che non ci saranno provvedimenti traumatici per i lavoratori del polo torinese grazie alla maggiore sinergia che si instaurerà tra lo stabilimento di Mirafiori e quello della Maserati di Grugliasco. Per gli ultra-sessantenni dei due stabilimenti, circa 250, si aprono le porte di un accompagnamento alla pensione se lo consentiranno gli strumenti previsti dalla Legge Fornero. Il problema nasce dall'esaurimento del contratto di solidarietà per i lavoratori dello stabilimento di Mirafiori previsto nel prossimo luglio. Circa 1.000-1.200 esuberi stimati, di cui alcune centinaia a ridotte capacità lavorative.

Secondo quanto hanno riferito i sindacalisti di Fim, Uilm e Fismic, dopo l'incontro di questo pomeriggio all'Unione industriale, una parte dei lavoratori verrà assegnata a Grugliasco grazie alla prevista ripresa dei modelli Maserati, così come anche si prevede una crescita dei volumi sulla linea della Levante a Mirafiori. Altri lavoratori dovrebbero essere riassorbiti in altre aziende del gruppo. A maggio sarà avviato probabilmente il processo di formazione per preparare i lavoratori alle nuove linee. Nessuna anticipazione, come era prevedibile, sui nuovi modelli che saranno annunciati con l'Investor Day dall'ad Sergio Marchionne a Balocco (Vercelli) il prossimo primo giugno. Il prossimo 26 aprile le parti si ritroveranno per un nuovo incontro nel quale si entrerà più nel dettaglio.