Ultim'ora | Malta

Malta tappezzata di manifesti in memoria di Daphne Caruana Galizia

Contro governo Muscat dopo assassinio giornalista sei mesi fa

(© Askanews)
(© Askanews) ()

La Valletta, 16 apr. - La Valletta si è svegliata stamani tappezzata di manifesti che commemorano la giornalista anticorruzione Daphne Caruana Galizia, assassinata sei mesi fa, e attaccano il governo del premier maltese Joseph Muscat. I manifesti, affissi da #OccupyJustice, gruppo militante guidato da donne, modificano titoli di film noti per attaccare Muscat, il suo capo di gabinetto e il ministro del Turismo. "Daphne Caruana Galizia è stata uccisa mentre stava per denunciare vicende di corruzione scioccanti. Sei mesi dopo non abbiamo ancora alcuna idea di chi abbia ordinato questo omicidio e nessuno si è assunto la responsabilità politica dell'assassinio" ha scritto OccupyJustice in un comunicato.

Il gruppo attacca "le persone disprezzabili" che governano Malta, un Paese "in cui lo Stato di diritto si trova a un livello ridicolo e pericoloso".

L'inchiesta sull'omicidio è in corso. Tre uomini, incriminati il 5 dicembre, si sono dichiarati non colpevoli dei reati di cui sono accusati, nel merito di aver costruito la bomba che ha ucciso la giornalista e di associazione per delinquere. Un altro gruppo di attivisti ha affisso per le vie principali della Valletta dei manifesti con le parole in italiano "Il silenzio è Mafia". Stasera si terrà una messa in suffragio della giornalista celebrata dall'arcivescovo di Malta monsignor Charles Scicluna.