20 settembre 2018
Aggiornato 02:30
Ultim'ora | Imprese

Confimprese: all'estero 270 aperture nel retail, boom food e moda -3-

Roma, 16 apr. - Passando al fashion il numero maggiore di aperture arriva da Yamamay e Carpisa (gruppo Pianoforte) con 80 punti vendita, la maggior parte dei quali previsti su coste e isole mediterranee, tra Croazia (8 aperture), Grecia (6 aperture) e Spagna (4 aperture). Il brand dell'intimo, in particolare, guarda con interesse anche alla Francia, dove entro l'estate 2018, a un anno dalla partenza della filiale d'oltralpe, saranno operativi 4 punti vendita, con Nizza e Antibes che vanno a sommarsi ai già aperti Cannes e Ajaccio. Per i nuovi flagship store le città sono Londra e Dubai, mentre le nuove top location turistiche Valencia, Palma de Mallorca, Costa Brava, Dubrovnik, Spalato, Budva, Praga, Beirut, Doha.

Il modello di business all'estero si basa sulla formula mista punti vendita diretti (che fungono da flagship) e in franchising, con un occhio allo sviluppo online, creato di pari passo e daccordo con la multicanalità crescente e nel rispetto della catena di affiliazione. Camomilla Italia guarda con interesse il Medio Oriente e la Russia, dove ha presenziato in febbraio per la seconda volta alla fiera CPM di Mosca e dove sbarcherà con un paio di store. Dall'azienda toscana Miniconf sono in arrivo 8 aperture di cui 4 a marchio Ido a Mosca Metropolis, Valencia, Ucraina, Bellinzona e 4 per il marchio Sarabanda a Saint Tropez, Corsica, Montenegro e Serbia. Primadonna apre 10 nuovi negozi in Francia, Ucraina e Romania.(Segue)