Cina-Usa

Cina: uscita Tillerson non indichi Usa più intransigenti

Pechino preoccupata da Pompeo segretario di Stato

(© Askanews)

Roma, 14 mar. - La Cina sembra preoccupata che il siluramento di Rex Tillerson dal ruolo di segretario di Stato indichi che l'amministrazione Trump è dominata dai "falchi". Lo si evince da un editoriale pubblicato dal Global Times, una delle testate ufficiali di Pechino, all'indomani del benservito dato dal presidente Usa Donald Trump al capo della sua diplomazia via Twitter.

A sostituire Tillerson sarà Mike Pompeo, e questo non piace a Pechino. L'editorial ricorda come il capo della Cia abbia detto di considerare proprio Pechino il il "rivale" degli Stati uniti. "Si spera sinceramente che si faccia un'opinione più obiettiva della Cina".

Ma Tillerson, scrive ancora il giornale cinese, è solo l'ultimo caso di decine di alti esponenti dell'amministrazione che hanno lasciato i loro posti. E, continua, "ci sono rumors secondo i quali il consigliere di sicurezza nazionale di Trump H.R. McMaster sia in uscita". Si tratta di un'altra "colomba", secondo Pechino, e il Global si dice preoccupato che "questo rimpasto sembra aver accresciuto la prospettiva di una Washington dalla linea più dura".