Ultim'ora | Nordcorea

## Abe pensa di incontrare Kim, anche per uscire dall'angolo -4-

Roma, 14 mar. - Finora Tokyo aveva descritto le aperture nordcoreane - con la promessa di congelare i test nucleari e missilistici e di puntare, ottenuta la garanzia di sicurezza, a una denuclearizzazione della Penisola coreana - come un tentativo del regime di Pyongyang di prendere tempo, mentre procede verso il rafforzamento del suo arsenale.

La svolta di Abe potrebbe avere, secondo molti osservatori, una spiegazione tattica per il capo del governo di Tokyo, finito nell'angolo da un lato per la repentina e inattesa svolta di Trump sulla Corea del Nord, sia per uno scandalo interno che lo sta facendo crollare nei sondaggi.

La decisione di Trump di mettere in programma un summit con Kim non è stata concordata con Tokyo, nonostante tutti gli sforzi fatti da Abe per accreditarsi come principale alleato della Casa bianca. Il Giappone ha tutto da perdere da un summit nel quale potrebbero emergere due esiti: un'inattesa decisione del presidente americano di alleggerire la presenza militare in Asia orientale, cruciale per la sicurezza nipponica, o il fallimento del dialogo con un'inasprimento della tensione. L'annuncio del summit per un canto e il siluramento della "colomba" Rex Tillerson da segretario di Stato sostituito dall'ex capo della Cia Mike Pompeo, un falco, per l'altro, hanno dato segnali ambigui su quale possa essere l'esito di questo passaggio. Tokyo non vuole subire passivamente queste decisione e non vuole, qualsiasi siano i risultati di questo dialogo, essi possano manifestarsi senza alcun suo intervento.(Segue)