Usa

##Tillerson, Cohn e gli altri: le teste cadute alla Casa Bianca

Trump: ora sono vicino al mio gabinetto ideale

New York, 13 mar. - Prima di partire per la California questa mattina Donald Trump ha detto di essere molto vicino al suo gabinetto ideale. Per crearlo, il presidente americano ha licenziato (o ha ricevuto le dimissioni di) una decina di persone in poco più di un anno di governo, molte delle quali si trovavano in posizioni strategiche. L'ultima in ordine di tempo è Rex Tillerson, il segretario di Stato americano licenziato oggi da Trump. Solo all'inizio di marzo se n'era andato un altro importante pezzo dell'esecutivo di Trump, Gary Cohn, capo dei consiglieri economici del presidente. Trump ha fatto fuori esperti, funzionari e collaboratori a un ritmo che non si vedeva da anni. Molti media hanno accusato il presidente americano di usare al governo lo stesso stile di un reality show come The Apprentice, che Trump ha condotto per anni, con colpi di scena e cambiamenti improvvisi. Di seguito la lista, aggiornata, delle persone messe alla porta.

-Rex Tillerson Ha passato la sua carriera a ExxonMobil, colosso petrolifero, per il quale è stato ambasciatore davanti a tutti i governi, dal mondo arabo, alla Russia, dove ha avuto rapporti diretti con Vladimir Putin. Si è spesso scontrato con Trump su temi centrali della politica estera del presidente, in particolare sull'accordo con l'Iran, che Trump vorrebbe smantellare. Il suo licenziamento, nell'aria da almeno questo autunno, è arrivato improvviso, con un tweet del presidente questa mattina. Tillerson lascerà formalmente il 31 marzo.

(Segue)