Iran

Iran: l'ex premier Mossadeq ritrova la sua strada a Teheran

Rovesciato da un golpe nel '53 orchestrato da Usa e Gb

Teheran, 13 mar. - Il Consiglio municipale di Teheran ha deciso oggi di reintitolare una strada della capitale iraniana all'ex Primo ministro nazionalista Mohammad Mossadeq, destituito con un colpo di Stato nel 1953. Lo affermano diverse agenzie iraniane. Questa decisione rivela un certo ritorno di grazia dell'uomo che affermò l'indipendenza dell'Iran davanti alla Gran Bretagna nazionalizzando il petrolio a scapito degli interessi britannici.

Dopo la rivoluzione islamica del 1979 che rovesciò lo shah, Mohammad Reza Pahlavi, il principale viale di Teheran, l'avenue Pahlavi, fu ribattezzato con il nome di Mossadeq. Ma due anni e mezzo più tardi, le autorità cambiarono il nome della strada che oggi si chiama Vali-e Asr, riferimento al dodicesimo imam che, secondo i musulmani sciiti, ritornerà sulla Terra per salvare il mondo.

Nominato Primo ministro nel 1951 dallo shah, Mossadeq nazionalizzò il petrolio iraniano, controllato dai britannici, prima di essere rovesciato da un golpe orchestrato da Washington e Londra. Questa azione di forza permise il ritorno dello shah che aveva lasciato il Paese a seguito di disaccordi con lo stesso Mossadeq.