Porti

Porti, Assogasliquidi: accordo permetterà sviluppo reale del Gnl

Protocollo firmato al Mit per uso gnl nei porti

Roma, 13 mar. - "L`accordo siglato oggi rappresenta un significativo e concreto passo verso uno sviluppo reale del GNL, affinché si possano cogliere prima possibile le enormi potenzialità di questa fonte energetica pulita".

E` quanto dichiara Francesco Franchi, Presidente di Assogasliquidi, l`Associazione di Federchimica che rappresenta le imprese italiane del comparto distribuzione gas liquefatti (GPL e GNL) per uso combustione e autotrazione, commentando la firma del Protocollo di collaborazione per l`utilizzo del Gas naturale liquido nei porti italiani, siglato oggi a Roma, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, tra le Associazioni Assoporti, Assogasliquidi, Assocostieri, Confitarma e Assarmatori.

"Il GNL è una fonte energetica, già pronta e collaudata, che grazie alle sue proprietà ecologiche può dare un forte aiuto al nostro Paese per ridurre l`inquinamento atmosferico, in tutti i settori dove può essere sfruttato, dal trasporto marittimo, a quello stradale pesante, agli impieghi industriali non raggiunti dal metano, alle utenze off-grid. Per questo è stato individuato dall`Unione europea, nella direttiva "Dafi", quale carburante alternativo sul quale puntare per ridurre le emissioni inquinanti nel settore dei trasporti".

"Grazie all`azione congiunta di tutti gli attori presenti sul campo, il Protocollo siglato oggi consentirà un utilizzo sempre più ampio di questa fonte energetica".