Ist. Cattaneo: regione rossa sempre più simile a quelle del nord

Emilia Romagna ha esaurito rapidamente l'eredità del passato

Bologna, 13 mar. - L'Emilia-Romagna, considerata la "regione rossa" per eccellenza, ha esaurito rapidamente l'eredità del passato, e sta diventando "sempre più simile, sul piano politico, alle altre regioni del Nord, tanto che, con la crescita della Lega e la tenuta dei Cinquestelle, il Pd risulta declassato a secondo partito". E' quanto emerge da un'analisi del voto alle elezioni del 4 marzo dell'Istituto Cattaneo.

Secondo l'istituto bolognese - che ha preso in esame l'incremento/decremento percentuale dei voti nell'ultimo anno rispetto alla precedente tornata, e la differenza tra le percentuali ottenute nei due anni - il Partito democratico (-28,7% nell'ultimo anno e -10,6% rispetto alle percentuali di due anni) è andato peggio in Emilia-Romagna, una delle regioni dove ha preso più seggi, cosa avvenuta solo perché lì partiva da una eredità più grande, che si va da tempo erodendo.