Siria

Onu denuncia la "mostruosa indifferenza" per i bambini in Siria -2-

Ginevra, 13 mar. - Più di 350.000 persone sono state uccise dallo scoppio del conflitto nel marzo 2011, secondo le ultime cifre rivelate dall'Osservatorio sirano dei diritti umani (Osdh), che ha la sua base a Londra.

Panos Moumtzis, alto responsabile umanitario dell'Onu per la Siria, ha dichiarato oggi che circa 1.000 bambini sono stati uccisi in Siria l'anno scorso, facendo del 2017 "l'anno più sanguinoso per i bambini nella guerra in Siria". "Purtroppo, anche il 2018 è davvero cominciato male", ha detto ai giornalisti, precisando che nel corso dei primi due mesi dell'anno, "più di 1.000 bambibi sono stati uccisi o feriti nei combattimenti" nel Paese.

Due terzi dei circa 8,4 milioni di bambini in Siria necessitano di aiuti umanitari, mentre un milione vive in zone di difficile accesso per i convogli umanitari e 170.000 in località assediate, secondo l'Onu. "I responsabili di questi crimini di guerra e di crimini contro l'umanità sono in corso di identificazione per essere tradotti davanti alla giustizia", ha avvertito Kate Gilmore.