16 ottobre 2019
Aggiornato 13:30
Cinema & Politica

Meryl Streep attacca Trump in diretta ai Golden Globes

Alla cerimonia dei Golden Globes l'attrice americana riceve il premio alla carriera e attacca il presidente americano per la sua retorica violenta: «La mancanza di rispetto invita al non rispetto».

LOS ANGELES - L'ostilità di Hollywood nei confronti di Donald Trump irrompe anche alla cerimonia dei Golden Globes, i premi della stampa estera considerati l'anticamera degli Oscar. Meryl Streep, che aveva sostenuto fortemente la candidatura di Hillary Clinton alla Casa Bianca, salendo sul palco per ricevere il Cecil B. Demille alla carriera, accolta da una standing ovation, ha avuto parole molto dure contro Trump, attaccandolo per la sua retorica violenta, riferendosi in particolare a quando si è messo a imitare un giornalista disabile durante la campagna elettorale:

La violenza istiga alla violenza
«Questo istinto diretto a umiliare, se proviene da una personalità pubblica, da qualcuno di potente, poi filtra nella vita di tutti, perché autorizza tutti a comportarsi in questo stesso modo. La mancanza di rispetto invita al non rispetto. La violenza istiga alla violenza - ha concluso Streep - e se i potenti usano la loro posizione per prevaricare sugli altri, perdiamo tutti».

Meryl Streep ha il record di 30 candidature ai Golden Globes e otto vittorie, a cui si aggiunge questo premio alla carriera.