27 settembre 2021
Aggiornato 09:00
Cronaca

Una donna partorisce in un bosco circondata dagli orsi

Una donna russa che si trovava ai margini di un bosco per una battuta di pesca è stata presa dalle doglie e ha dovuto partorire circondata da un branco di minacciosi orsi

MIRNY – Si era recata nella foresta della Repubblica di Yakutia con il proprio marito e altri parenti per una battuta di pesca nel lago. Solo che, essendo alla 40esima settimana di gravidanza, la donna è stata colta improvvisamente dalle doglie. Ha iniziato così il travaglio e, nel frattempo, intorno a lei hanno iniziato a radunarsi minacciosamente diversi orsi che vivono in quei boschi della Siberia.

Una gita innocente trasformata in un incubo
Aleksandra Matrosova, questo il nome della neomamma, si era recata alla battuta di pesca ignara di cosa sarebbe accaduto. «Ho deciso di aiutare mio marito e parenti con la pesca – ha dichiarato Aleksandra alla Komsomolskaya Pravda, così come riportato da RT News – Il lago non era troppo lontano, ma la strada era impraticabile». Non appena la donna è stata colta dalle doglie, il marito l'ha caricata sulla Suv per portarla in ospedale, solo che la vettura è rimasta impantanata in una palude, senza verso di farla muovere. La situazione rischiava di diventare pericolosa, sia perché il bambino stava per nascere e non c'era assistenza medica sia perché un branco di orsi aveva iniziato a radunarsi intorno a loro.

Spari in aria
Senza farsi prendere dal panico, il marito di Aleksandra è riuscito a contattare i soccorsi. I quali però sono dovuti arrivare un bel po' dopo a piedi, poiché la palude impediva ai veicoli di raggiungere la famiglia di Matrosova. Insieme ai sanitari è poi arrivata anche la polizia che, durante il parto, ha esploso diversi colpi in aria per far allontanare gli orsi che sono particolarmente numerosi in questo periodo per via della stagione degli amori. «Gli orsi hanno la loro stagione degli amori: è un periodo pericoloso! – hanno commentato i soccorritori – Le loro enormi impronte erano dappertutto. Abbiamo girato e fatto baccano per almeno due ore per assicurarci che i predatori non si avvicinassero».

Il lieto evento
Alla fine, orsi permettendo, tutto è andato per il meglio. Aleksandra ha dato alla luce una femminuccia e, nonostante il «grande stress» sperimentato durante il parto, i soccorritori hanno detto che entrambe erano in condizioni «soddisfacenti».