29 settembre 2020
Aggiornato 21:30
Gravidanza

Ginnastica in gravidanza: 3 esercizi che fanno bene a mamma e bebè

Tutte le posizioni che aiutano a ridurre il dolore del parto e donano mobilità e flessibilità

È una vera e propria dolce attesa, quella che spetta alla mamma nei nove mesi di gravidanza. La propria vita però cambia di giorno in giorno, a mano a mano che si avvicina il momento del lieto evento. Con il passare dei mesi, anche il proprio corpo subisce intense trasformazioni e sarebbe buona abitudine seguire appositi esercizi che aiutino mamma e bebè a rimanere in forma. Inutile dire che è sconsigliata l’attività fisica intensa.

La posizione della rana
È una delle posizioni più importanti da eseguire, che si può fare dall’inizio della gestazione fino a poco prima del parto. Ha lo scopo di allargare bene il pavimento pelvico per una riduzione del dolore al momento della nascita del bambino. «Massaggia» delicatamente gli organi genitali e migliora la circolazione. Si esegue a terra, su un apposito tappetino. Si piegano le ginocchia e si avvicinano le piante dei piedi l’una contro l’altra. Ci si posiziona nel modo più comodo possibile e si eseguono delle respirazioni profonde. È importante che tu, mamma, ti concentri sulla muscolatura del pavimento pelvico per avere una maggior comprensione del meccanismo di «apertura» che avverrà al momento del parto.

La posizione del gatto
Un’altra posizione tipica dello yoga, è quella del gatto o marjariasana. L’esercizio non dovrebbe essere eseguito quando mancano pochi giorni al parto. Ci si mette sempre a terra, su un tappetino, a carponi. Inizialmente si alza lo sguardo inarcando totalmente la schiena. Dopo di che si fa esattamente l’opposto: poni testa e collo verso il basso, espira e porta il mento verso la gola. Solleva la schiena verso l’alto, formando una sorta di gobba.

La posizione accovacciata
Un altro esercizio fondamentale per la preparazione al parto. Tuttavia non andrebbe eseguito a termine gravidanza, specie se il piccolo è in posizione podalica. Siediti sul pavimento con le piante dei piedi ben ancorate a terra. Piega le ginocchia e posizionale il più possibile vicino ai fianchi, allargando molto bene le anche. Tieni la posizione il più a lungo possibile, senza tensione, respirando in maniera profonda e controllata. Se la trovi difficoltosa, puoi sederti su una piccola panca per rendere più semplice l’esercizio.

Alcuni suggerimenti
Tutti gli esercizi devono essere eseguiti nella maniera il più rilassata possibile. Non forzare o creare tensione. Quando respiri fallo sempre in maniera attenta e controllata, e, soprattutto, usa solo la respirazione addominale al fine di massaggiare bene gli organi presenti in tale zona. Se hai qualche dubbio chiedi sempre prima alla tua ostetrica, in maniera da capire se gli esercizi sono adatti anche alla tua condizione di salute.