14 novembre 2019
Aggiornato 05:30
Dal 19 maggio

Il grande ritorno di Almodovar con «Julieta»

Il nuovo film, che arriverà in sala distribuito dalla Warner Bros Pictures Italia, racconta trent'anni della vita della protagonista, una professoressa che non ha più notizie della figlia da molto tempo

ROMA - L'attesa, finalmente, è finita. «Julieta» segna il ritorno dietro la macchina da presa del regista Premio Oscar Pedro Almodóvar. Il nuovo film arriverà in sala distribuito dalla Warner Bros Pictures Italia il prossimo 19 maggio. «Il film racconta trent'anni della vita della protagonista, dal 1985 fino al 2015. Per un caso l'epoca più felice per Julieta saranno gli anni '80, mentre il presente sembra una catastrofe senza alcuna speranza di risoluzione. Solo un miracolo potrebbe salvarla. Ma a volte i miracoli avvengono…»: così lo stesso Almodovar ha presentato la sua nuova avventura cinematografica.

La trama
Il regista ci porta questa volta tra le pieghe della relazione tra Julieta, una professoressa cinquantacinquenne, e sua figlia, andata via di casa dodici anni prima, quando era solamente una diciottenne. Julieta cerca di spiegare, scrivendo, a sua figlia Antia tutto ciò che ha messo a tacere nel corso degli ultimi trent'anni, dal momento cioè del suo concepimento. Al termine della scrittura non sa però dove inviare la sua confessione. Sua figlia l'ha lasciata appena diciottenne, e Julieta non ha più avuto sue notizie. Julieta parla del destino, dei sensi di colpa e del mistero insondabile che ci porta ad abbandonare i nostri cari, eliminandoli dalla nostra vita come se non avessero mai avuto importanza. E del dolore che questo brutale abbandono provoca alla vittima.

Il cast
Il film avrebbe dovuto chiamarsi "El Silencio" come anticipato dal regista un anno fa, ma poi si è deciso per un nome diverso anche per evitare confusioni con "Silence" di Scorsese. Julieta da giovane è Adriana Ugarte, Julieta da adulta è Emma Suárez, entrambe per la prima volta dirette dal regista spagnolo in un cast nel quale coesistono l'immancabile Rossy De Palma, l'ormai internazionale Dario Grandinetti, argentino di origini italiane, e altre bellissime, e bravissime, attrici protagoniste del dramma al femminile.