20 febbraio 2020
Aggiornato 23:00
Musical

Suor Cristina a teatro per Sister Act

Dopo il successo di The Voice, sarà una delle protagoniste del musical in scena al Brancaccio di Roma dal 10 dicembre.

ROMA – La solita entusiasta, Suor Cristina e la sua voce sono tra le sorprese di «Sister Act - Il musical», per la regia di Saverio Marconi che sarà in scena al Brancaccio di Roma dal 10 dicembre.

La musica in nome di Dio
«Che Dio benedica il musical! - dice Suor Cristina - Il Signore mi ha chiamato sul palco e io porto la sua testimonianza anche lavorando a teatro. Papa Francesco? Credo che mi appoggerebbe, perché la Chiesa deve accorciare le distanze con la gente». «La mia voce - prosegue la religiosa, che fa parte della congregazione delle Suore Orsoline della Sacra Famiglia - è un dono e credo che non esista luogo dove non possa arrivare il messaggio di Gesù». Dopo il successo esploso grazie «The voice of Italy» e alla pubblicazione del disco «Sister Cristina», la suora ventisettenne che ha spopolato in tutto il mondo (milioni le visualizzazioni delle performance canore su YouTube), continua il suo percorso nello show business.

I personaggi
A teatro interpreta Suor Maria Roberta, un personaggio che ha qualche tratto in comune con la sua storia privata: «La novizia è una ragazzina – racconta Cristina - ancora non ha ricevuto la chiamata e si trova a scegliere tra il mondo esterno e il convento. Si farà tante domande, ma poi deciderà di donarsi completamente al Signore. In fondo è stato così anche per me quando ho fatto la mia scelta». Protagonista del musical - con 25 brani composti da Alan Menken che spaziano dal soul, al funk alla disco music degli anni 70 - è la spagnola Belia Martin nel ruolo di Deloris, che fu di Whoopi Goldberg, Pino Strabioli in quello di Monsignor O'Hara e Francesca Taverni in quello della Madre Superiora. Suor Cristina sarà invece la novizia Suor Maria Roberta, una ragazzina che deve scegliere tra il mondo esterno e il convento.