13 novembre 2019
Aggiornato 23:00
Ricordo

Faletti, in 5mila in lacrime per l'ultimo saluto

Tutta Asti ha reso omaggio all'artista scomparso all'età di 63 anni per un male incurabile. Tanti anche i volti noti dello spettacolo, da Paolo Conte a Luciana Littizzetto

ASTI - Oltre 5mila persone hanno reso l'ultimo omaggio a Giorgio Faletti durante i funerali celebrati nella chiesa Collegiata di San Secondo ad Asti. Amici, fan, colleghi, e centinaia le persone che hanno aspettato fuori e non sono riuscite ad entrate in chiesa. Tanti i personaggi dello spettacolo: da Paolo Conte a Franco Neri, da Luciana Littizzetto a Enrico Beruschi. In occasione delle esequie, la città natale dello scrittore, dove era nato 63 anni fa, ha osservato una giornata di lutto cittadino e ha partecipato in massa alla cerimonia, accompagnando il feretro lungo tutto il percorso.

LA CITTÀ GLI INTITOLERÀ LA BIBLIOTECA - Il sindaco di Asti, Fabrizio Brignolo, ha annunciato che il Comune intitolerà a Faletti la Biblioteca civica, di cui l’artista era Presidente in carica. «Una proposta condivisa da tutti. E non abbiamo dubbi che sarà approvata in tutte le sedi: parliamo di un astigiano che, oltre che un grande artista, è stato caratterizzato da una carica umana straordinaria».

IL RICORDO DI PAOLO CONTE - «Di lui mi mancheranno soprattutto i suoi libri. Era un uomo intelligentissimo e spiritosissimo»: questo il ricordo dell'amico, collega e concittadino Paolo Conte. «Giorgio qui ad Asti era un'istituzione. Ci conoscevamo da sempre, eravamo amici. Mi mancherà la sua veridicità, la sua vivacità non solo intellettuale. L'ultima volta che ci siamo visti mi ha raccontato una barzelletta. E i suoi libri erano scritti da dio».