16 novembre 2018
Aggiornato 14:30

Milan: Gattuso riscopre Bertolacci

Il futuro del centrocampista rossonero è ancora incerto, ma le possibilità di una permanenza a Milanello aumentano
Andrea Bertolacci, centrocampista di proprietà del Milan, nell'ultima stagione in prestito al Genoa
Andrea Bertolacci, centrocampista di proprietà del Milan, nell'ultima stagione in prestito al Genoa (ANSA)

MILANO - Nel tentativo quasi disperato da parte di Leonardo di completare la campagna acquisti del Milan (tanto in entrata quanto in uscita), molti colpi sono andati a segno, mentre altri sono rimasti solo idee nella mente del direttore tecnico rossonero, costretto a fare mercato in un mese circa, legato ai paletti del Fair Play Finanziario e dovendo convincere calciatori e procuratori circa la bontà del programma milanista dopo i recenti dubbi emersi a seguito della nebulosa gestione cinese de club. Uno dei compiti di Leonardo era quello di sfoltire l’organico a disposizione di Gennaro Gattuso, liberando il Milan sia numericamente che economicamente da quegli elementi ormai fuori dal progetto tecnico tattico dell’allenatore calabrese. Anche in questo caso, qualche operazione è andata a buon fine (Bacca), altre invece sono ancora in via di definizione e probabilmente non verranno definite.

Nuova opportunità
Una di queste è quella inerente ad Andrea Bertolacci, centrocampista di proprietà del Milan ma con la valigia perennemente in mano, appena rientrato dal prestito al Genoa dopo due stagioni in ombra con la maglia rossonera. L’ex calciatore del Lecce sapeva sin dall’inizio che il suo ritorno a Milanello sarebbe stato temporaneo e l’interesse che su di lui hanno manifestato lo stesso Genoa e soprattutto gli inglesi dell’Everton (che ad un certo punto sembrava ad un passo dal centrocampista romano) non ha fatto altro che confermare il suo imminente addio al club milanista. Ma nessuna delle società interessate ha poi concretizzato una proposta che soddisfacesse il Milan e a mercato ormai praticamente chiuso, Bertolacci è ad un passo dalla permanenza in rossonero, almeno fino a gennaio.

Arrivò per 20 milioni di euro
In questi mesi Gattuso potrà valutarne comportamento e prestazioni con la possibilità che l’ex genoano possa restare a Milano anche per tutta la stagione 2018-2019, pure perché l’allenatore ne apprezza le qualità ed è convinto di poterlo rigenerare e rilanciare, o quantomeno di poterci provare; Bertolacci può inoltre ricoprire tutti e tre i ruoli del centrocampo rossonero, motivo per il quale lo staff tecnico, anche in assenza di ulteriori arrivi in mediana, valuta con convinzione la possibilità di un reinserimento di quello stesso calciatore giunto a Milano nell’estate del 2015 per oltre 20 milioni e che non è mai realmente riuscito a dimostrare al Milan tutto il suo valore. In extremis e proprio quando non ci crede più nessuno, forse, la sua seconda possibilità è arrivata.