Sport | Calcio

Milan: Gattuso risolleva i rossoneri grazie a due mosse

I primi frutti del lavoro del tecnico calabrese iniziano a vedersi e i risultani cominciano ad arrivare

Gennaro Gattuso, allenatore del Milan
Gennaro Gattuso, allenatore del Milan (ANSA)

MILANO - Il Milan inanella una mini serie positiva dopo il successo nel derby di Coppa Italia contro l'Inter, il pareggio di Firenze contro una delle formazioni più in forma del momento e la vittoria di misura contro il Crotone che ha riassestato la classifica dei rossoneri, ora nuovamente in piena lotta per un posto in Coppa Uefa, ormai unico obiettivo del campionato milanista. Gennaro Gattuso, chiamato in panchina poco più di un mese fa dopo l'esonero di Vincenzo Montella, aveva avvisato tutti durante la sua prima conferenza stampa: "Ci vorranno almeno 30-35 giorni per vedere qualcosa del mio Milan, siamo in ritardo fisico e lavorerò su questo aspetto".

Miglioramenti

Proprio le lacune atletiche sono state al centro della cura del tecnico calabrese che chiedeva maggiore intensità e maggiore corsa ai suoi calciatori. Un lavoro che comincia a dare i suoi frutti, perchè il Milan scala la classifica dei chilometri percorsi in serie A passando in poche settimane dal 19.mo al 17.mo posto e, tenendo conto anche del fatto che i rossoneri sono migliorati nel periodo di maggior sforzo fisico in allenamento coi carichi raddoppiati, la sensazione è che col passare del tempo la condizione salirà ulteriormente e la squadra rossonera destinata a migliorare ancora la graduatoria dei chilometri, uno dei paletti imposti da Gattuso al suo insediamento in panchina.

Singoli

Il recupero di alcuni elementi chiave dell'organico, è poi il secondo piccolo successo dell'allenatore calabrese che aveva nel riscatto di Bonucci, Biglia e Calhanoglu un punto fondamentale per la seconda parte di stagione del Milan; il capitano appare da almeno un paio di partite in costante ripresa ed ha pure deciso la gara col Crotone grazie al suo gol, mentre il regista argentino contro gli uomini di Zenga ha ottenuto i primi applausi milanisti. Anche Calhanoglu nelle ultime tre partite è stato fra i migliori: entrato benissimo contro l'Inter in Coppa Italia, decisivo nel pareggio con la Fiorentina, ottimo anche con il Crotone, il calciatore turco può candidarsi come una delle sorprese positive della seconda parte di stagione di un Milan che sembra guardare con ottimismo al 2018 appena iniziato.