Sport | Calcio

Ugo Conti spara a zero sul suo Milan: "Sono dei mediocri"

Pesantissime dichiarazioni del popolare attore, noto tifoso rossonero, riguardanti calciatori e staff milanista. Non certo un'iniezione di fiducia in vista del derby contro l'Inter

Il Milan 2017-2018 va a caccia di successi in Italia e in Europa
Il Milan 2017-2018 va a caccia di successi in Italia e in Europa (ANSA)

MILANO - Per troppo amore si dicono anche cose brutte, si dice, ma a volte si esagera forse un po'. E' il caso di Ugo Conti, noto attore e tifosissimo del Milan, spesso in coppia con un altro milanista doc come Diego Abatantuono, e che proprio a pochi giorni dall'importante e sentito derby contro l'Inter in programma domenica sera a San Siro, non le manda a dire alla sua squadra del cuore, anzi, nelle sue dichiarazioni non salva quasi nessuno fra calciatori, staff tecnico e dirigenza: "Sono veramente pessimista se penso a Inter-Milan - afferma l'attore - anche se spero ovviamente che cambi qualcosa. Questo Milan è tutt'altro che una grande squadra, sinceramente non capivo la scorsa estate tutta questa eccitazione intorno ai rossoneri, vedevo gente gasatissima, abbonamenti in aumento, ma il campo poi dice altro, ha ragione Silvio Berlusconi, anche perchè sono stati acquistati tanti calciatori mediocri, gli unici che salverei sono Conti e Kessie, direi che lo stesso Bonucci è un mediocre, anche alla Juventus non è mai stato un gran giocatore; lo hai strappato alla Juve, è vero, ma non mi sembra che sia stato un affare, nel senso che non ha aggiunto nulla, anzi, la fascia di capitano (che io non gli avrei dato e che lo spogliatoio non ha accettato come scelta) gli ha addirittura tolto qualcosa. Montella? Sta aumentando la confusione lasciando fuori calciatori del calibro di Bonaventura e Suso, oltre al fatto che i dirigenti non lo aiutano, anche perchè non mi sembrano personaggi di riferimento, mi sembrano due comparse, al Milan oggi manca una figura alla Galliani".