27 luglio 2021
Aggiornato 08:30
I bolidi derivati di serie corrono all'Autodromo nazionale

Citroen e Volvo si impongono a Monza nel Mondiale turismo

Vittorie del britannico Tom Chilton con la C-Elysée e dello svedese Thed Björk con la S60 nella prova italiana del Wtcc. Buona la presenza di pubblico nell'impianto brianzolo: oltre 15 mila spettatori durante il fine settimana

MONZA – Un pubblico numeroso e appassionato ha affollato tribune e paddock in questo fine settimana (15 mila presenze) che ha concluso un mese di aprile di grandi appuntamenti all’Autodromo Nazionale Monza: Prologo Wec, Blancpain Gt Series e in questi giorni il ritorno del World Touring Car Championship. Oggi in programma le due gare. Nella opening race (di 9 giri) è in pole position l’olandese Tom Coronel con la Chevrolet Rml Cruze Tc1 (Roal Motorsport) che si blocca quando si spengono i semafori e parte così in fondo al gruppo. Si ritrova in testa il marocchino Mehdi Bennani (Citroën C-Elysée del Sebastian Loeb Racing) seguito dall’argentino Esteban Guerrieri (Honda Civic del Campos Racing) superato dall’ungherese Norbert Michelisz (Honda Civic del team Jas). Al secondo giro l’italo argentino Nestor Girolami (Volvo S60 Polestar) conquista la terza posizione ma subito dopo è costretto al ritiro. Al quarto giro colpo di scena: si toccano alla Parabolica Benanni e Michelisz uscendo di gara e consentono al britannico Tom Chilton (Citroën C-Elysée del Sebastian Loeb Racing) di passare al comando.

Al quinto giro il campione del mondo Wtcc 2012 il britannico Rob Huff (Citroën C-Elysée dell’All-Inkl.com Muennich Motorsport), va all’attacco di Guerrieri e conquista la seconda posizione. Due Elysée quindi al comando con Huff che tenta di insidiare Chilton ma senza successo. Vittoria di Chilton che precede di tre decimi il connazionale. Il portoghese Tiago Monteiro (Honda Civic del team Jas) guadagna la terza posizione. Quarto lo svedese Thed Björk, alla guida della Volvo S60 del team Polestar Cyan Racing. Björk, forte del miglior tempo conseguito ieri, parte dalla pole position in gara-2. Il suo avvio non è dei migliori e si fa superare da Tiago Monteiro; il portoghese rimedia però subito alla Parabolica e torna al comando. Terzo è il britannico Huff. Al quinto giro Chilton si ferma all’Ascari. La gara vive dapprima sul tentativo di rimonta di Huff su Monteiro e successivamente su quello di Monteiro ai danni di Björk ma le posizioni al traguardo rimangono invariate. Quarto l’olandese Nicky Catsburg compagno di team dello svedese con la Volvo S60.