14 luglio 2024
Aggiornato 03:30
Il figlio d'arte sfiora il tricolore

Mick Schumacher rivince anche nell'italiano. Ma perde il titolo

Il figlio del grande Michael si aggiudica gara-1 dell'ultimo weekend stagionale del campionato tricolore di Formula 4, a Monza. Ma una botta di sfortuna nella seconda manche gli costa il successo nella classifica generale

MONZA – Il protagonista più atteso era Mick Schumacher, ancora in lotta per il titolo di campione italiano di Formula 4, e il tedesco non si è fatto attendere, vincendo gara-1 dell'ultimo appuntamento di Monza. Tutto si è deciso in partenza e alla prima staccata, quando il portacolori della Prema Powerteam da terzo è passato al comando: gli sono bastati i pochi metri che separano la griglia dalla prima variante per ritrovarsi subito in testa. Il resto della corsa è stato un suo assolo: fino alla bandiera a scacchi, il figlio del grande Michael ha tenuto il piede sull'acceleratore staccando gli avversari di oltre 11 secondi. Lo hanno inseguito invano gli altri due pretendenti al titolo Siebert e Guzman, che hanno guadagnato il secondo e terzo posto a metà gara, dopo essere partiti dalla quinta e sesta fila. «Non penso al campionato, rimango concentrato su gara-2. Vedremo cosa succederà», ha spiegato il figlio di Michael subito dopo la premiazione.

Tricolore sfumato
Ma un imprevisto in gara-2 ha condizionato irrimediabilmente le sorti della sua classifica. La monoposto di Mick Schumacher, in quarta posizione, ha subìto un danno all'ala anteriore a seguito di un contatto, costringendolo a tornare ai box per un cambio di musetto e facendogli perdere ogni possibilità di battersi per il titolo. L'argentino Marcos Siebert, quinto alla bandiera a scacchi, ha vinto quindi il campionato. Il figlio d'arte è riuscito però ad assicurarsi il secondo posto in classifica generale risalendo dalla ventiseiesima posizione alla seconda in gara-3 e battendo l'avversario Raul Guzman.