18 febbraio 2019
Aggiornato 05:30

Ride Ancelotti, il Real Madrid è ancora il club più ricco al mondo

l rapporto annuale di Deloitte, Football Money League 2015, conferma per la decima volta consecutiva i Blancos in cima alla classifica dei ricavi, davanti a United, Bayern, Barcellona e Psg. Solo al decimo posto la Juve. E intanto il Real Madrid continua a investire: preso il gioiellino Odegaard, quasi fatta per Lucas Silva.

MADRID - E adesso chi li ferma più. Sarà anche vero che i soldi non fanno la felicità, ma quando si tratta di football avere tanti soldi a disposizione conta eccome e il Real Madrid ne è la dimostrazione lampante. Secondo il rapporto annuale curato da Deloitte, il Football Money League 2015, il club campione d’Europa e del mondo in carica guida per la decima volta consecutiva la classifica dei club con maggiori ricavi relativi alla stagione 2014-15: ben 549,5 milioni di euro, in salita rispetto a 518,9 dell'anno precedente, grazie in buona parte agli accordi commerciali (231.5) e ai diritti televisivi (231,5).

Al secondo posto si piazza il Manchester United con ricavi complessivi che ammontano a 518 milioni, davanti ai tedeschi del Bayern Monaco che si confermano al 3° posto con 487,5.

DOMINA LA PREMIER LEAGUE - Nella top five anche il Barcellona con 484,6 milioni, che ha perso tuttavia due posizioni, e il Psg con 474,2. Subito dietro ben quattro club inglesi, Manchester City (414,4), Chelsea (387,9), Arsenal (359,3) e Liverpool (305,9), a testimonianza della supremazia economica e commerciale della Premier League su tutti gli altri campionati. 

Molto indietro l’Italia: al decimo posto troviamo la Juventus con 279,4 milioni, rispetto al nono con 272,4 milioni dell'anno precedente e a seguire il Milan, 12esimo con 249,7 (rispetto al decimo posto con 263,5), il Napoli, 16esimo con 164,8 milioni, l'Inter, 17esima con 164 milioni (era 15esima con 164,5) e la Roma, 24esima con 127,7 milioni, rispetto al 19esimo posto con 124,4. 

JUVE SOLO DECIMA, MILAN AL DODICESIMO POSTO - Interessante l’analisi che riguarda gli incassi: se si esclude la Juventus che beneficia del fattore Juventus Stadium, Milan (24.9 milioni), Napoli (20.9) e Inter (18.8) fanno registrare assieme all'Everton il peggior dato della classifica relativamente alla voce degli incassi da botteghino. E questo è un dato che dovrebbe fare riflettere politici e manager del nostro calcio, costretti a combattere quotidiane battaglie burocratiche e amministrative per dare vita a nuovi stadi in grado di generare preziosi ed indispensabili ricavi per le società.

REAL MADRID, QUASI FATTA PER LUCAS SILVA - Tornando al Real Madrid, come se non bastasse l’attuale indiscusso predominio tecnico dei campioni d’Europa e del mondo in carica, si lavora alacremente per costruire una squadra ancora più forte. È di poche ore fa la notizia diffusa dalla stampa spagnolo secondo cui Real Madrid e Cruzeiro avrebbero raggiunto un accordo per il trasferimento di Lucas Silva alla corte di Carlo Ancelotti. Il 21enne centrocampista brasiliano, acquistato per una cifra tra i 12 e i 15 milioni di euro, dovrebbe firmare un contratto di sei stagioni con i Blancos e già la prossima settimana il giocatore dovrebbe essere presentato alla stampa. 

UFFICIALE ODEGAARD: «UN SOGNO ESSERE QUI» - Ma non si tratta del solo colpo di mercato di Florentino Perez: la notizia è che Martin Odegaard è a tutti gli effetti un giocatore del Real Madrid. È stato infatti ufficializzato l'ingaggio del 16enne norvegese, strappato alla concorrenza di tutti i top club europei, Barcellona e Bayern Monaco su tutti. Odegaard, che a 15 anni ha debuttato nella nazionale maggiore, arriva dallo Stromsgodset e ha firmato un contratto di 6 anni. 

«È un sogno essere nel club più grande del mondo», le parole del ragazzino, apparso visibilmente emozionato all’alba della sua nuova avventura calcistica. «Ho scelto il Real perchè è il posto migliore per crescere e migliorarmi, questo club mi offre le migliori opportunità sportive. Il mio obiettivo è diventare il miglior giocatore possibile e in questo momento per me non è importante giocare nella prima o nella seconda squadra, sono qui per crescere e imparare». 

Il Real non ha comunicato le cifre dell'affare, ma secondo la stampa norvegese il club madrileno avrebbe versato due milioni di euro nelle casse dello Stromsgodset. Odegaard sarà subito a disposizione del Castilla, squadra B del Real Madrid allenata da Zinedine Zidane.