24 giugno 2017
Aggiornato 00:30
Adolescenza e sessualità

Il primo rapporto sessuale è doloroso?

La sessuologa Monica Cappello spiega a Diario Salute TV cosa fare e come scegliere il primo rapporto sessuale per evitare che sia spiacevole o doloroso

Molte ragazze si chiedono se il primo rapporto sessuale possa essere effettivamente doloroso come spesso si dice. È chiaro che se una ragazza non è così convinta di ciò che sta facendo, o se ha paura di essere scoperta, di rimanere incinta o se ha altre titubanze, potrebbero esserci delle manifestazioni dolorose – spiega Monica Cappello, sessuologa a Torino.

Perché può esserci dolore durante il primo rapporto sessuale?
«Quando si hanno titubanze, il proprio corpo e nello specifico il proprio organo genitale, la vagina, non è rilassato. Questo porta a una contrazione della muscolatura vaginale anche involontaria. Quindi se il ragazzo prova a penetrare, contraendosi il muscolo, si sente un forte dolore».

Il consiglio
«Io consiglio proprio di evitare quando c’è una contrazione e si avverte del dolore. Il primo rapporto sessuale, generalmente non è doloroso ma si può avvertire una sensazione spiacevole solo in casi di tensione».

La giusta lubrificazione
«Altro fattore importante è la giusta lubrificazione: se è presente insieme a rilassatezza muscolare, convinzione, se si è innamorati e si ritiene che sia il momento giusto sicuramente il rapporto sarà bello e piacevole anche da ricordare».

Cosa si rischia
«Il rischio della contrazione di cui abbiamo parlato è che se viene ripetuta nel tempo, quindi se questi tentativi di primi rapporti falliscono e tendono a ripetersi nel tempo succede che si può verificare quella che è una disfunzione brutta e spiacevole per una donna: il vaginismo», conclude la dottoressa Cappello.