23 gennaio 2019
Aggiornato 12:30
Riconoscere gli psicopatici

Ecco il test (che chiunque può fare) che ti fa capire se hai vicino a te uno psicopatico

Un test ideato da alcuni scienziati che ti aiuterà a capire se hai di fronte a te uno psicopatico

Come riconoscere uno psicopatico
Come riconoscere uno psicopatico Shutterstock

Come abbiamo già spiegato in un precedente articolo, non è affatto semplice comprendere se la persona che abbiamo appena conosciuto – o, peggio, quella che abbiamo in casa da anni – ha tendenze psicopatiche. Questo perché si tratta di un genere di individui che sono molto bravi a nascondere i reali tratti caratteriali. E proprio per tale motivo, alcuni scienziati da anni cercano il mondo di scovarli, senza dover per forza utilizzare mezzi diagnostici eccessivamente costosi. E questa volta sembrano esserci riusciti davvero, ecco di cosa si tratta.

Gli occhi degli psicopatici sono diversi

Secondo quanto emerge da un nuovo studio condotto dai ricercatori delle università di Cardiff e Swansea, gli occhi degli psicopatici sarebbero diversi. O, per meglio dire, reagirebbero in maniera differente di fronte a certe scene. Gli individui psicopatici, infatti, non mostrerebbero alcuna dilatazione della pupilla di fronte a immagini spaventose.

Senza cuore?

In realtà già si sa che gli psicopatici sono meno empatici, ma non si sapeva che non avessero alcuna reazione fisica davanti a scene scioccanti. Secondo l’autore principale dello studio, il dottor Dan Burley della School of Psychology dell'Università di Cardiff, le persone psicopatiche non sentirebbero né dolore né angoscia come invece possono fare tutti gli altri individui.

Gli occhi dicono molto di ciò che siamo

«La pupilla è nota da tempo per essere un indicatore dell'eccitazione di una persona. Gli squali hanno imparato a guardare con attenzione gli occhi dei loro avversari per comprendere le loro intenzioni, e molti venditori astuti sanno aumentare il loro prezzo se gli occhi di chi hanno di fronte rivelano la tua eccitazione verso il loro prodotto. Allo stesso modo, la pupilla di solito si dilata quando un'immagine ci colpisce o ci spaventa: il fatto che questa normale risposta fisiologica alla minaccia sia estremamente ridotta nei soggetti psicopatici ci fornisce un ovvio indicatore fisico per questa condizione», spiega Burley.

Un test non invasivo o costoso

«Questa è una delle prime volte che abbiamo l'obiettiva, fisiologica, evidenza di un deficit emotivo alla base del comportamento offensivo dei criminali psicopatici che non dipende da metodi invasivi o attrezzature costose», spiega Nicola Gray, psicologo clinico dell'Università di Swansea.

Caratteristiche dello psicopatico
Ha poca emotività
Non è empatico
Ha una certa riluttanza ad accettare responsabilità
Si annoia spesso
E’ un grande manipolatore
E’ un soggetto molto astuto
E’ molto impulsivo
Ha un comportamento sessuale promiscuo

Reazioni identiche

Il fatto più sconcertante che è emerso durante la ricerca, è che la reazione dei loro occhi è rimasta identica, sia che venisse mostrata loro un immagine positiva (una coppia che si ama o due teneri cuccioli) o una negativa che presentava scene drammatiche. Ciò conferma l’ipotesi che gli psicopatici sono totalmente privi di emozioni. Secondo Nadja Heym, psicologa presso la Nottingham Trent University, gli psicopatici sono in grado di provare i sentimenti normali come tutti noi. Solo che sono stati molto abili a bloccarli per non sentirli. «Anche se sono meno sensibili alle minacce e alle punizioni, possono identificare facce felici. La loro mancanza di emozioni, come ansia e paura, li aiuta a mantenere la calma in situazioni spaventose. Gli esperimenti hanno dimostrato che hanno una risposta alla paura ridotta: se qualcuno ti ha provocato uno spavento mentre guardavi un film dell'orrore, avresti probabilmente mostrato una reazione allarmante esagerata, ma a uno psicopatico questo non accade», spiega Heyem.

Bloccare la paura può essere utile

Va da sé che ci sono anche alcune realtà in cui tenere a bada la paura può essere d’obbligo. Per esempio, un medico che vede un paziente gravemente ferito o un soldato durante una guerra. Bloccare la paura, in tali situazioni, ci aiuta a sopravvivere. Ma se questo si estende in ogni ambito della nostra vita potrebbe esserci qualcosa che non va. «Gli psicopatici reagiscono molto meno intensamente in tali situazioni che evocano la paura: se mai restano calmi, questo può essere un tratto utile se sei un soldato, un chirurgo o nelle forze speciali», continua Heyem. «Molti criminali psicopatici sembrano audaci, fiduciosi e possono agire a sangue freddo. È molto più facile agire in modo audace se non si hanno sentimenti di paura. E’ facile agire a sangue freddo se non c'è emozione per ostacolare l'azione», conclude Robert Snowden dell'Università di Cardiff.