15 dicembre 2018
Aggiornato 15:30

Lipasi, l’esame del sangue che ti dice se il tuo pancreas funziona correttamente

Esami del sangue e lipasi alte. Cosa sono le lipasi, i valori delle lipasi, la causa delle lipasi alte

Lipasi alte
Lipasi alte (Shidlovski | Shutterstock)

Le lipasi sono degli enzimi prodotti dal pancreas. Il loro compito principale è quello di effettuare l’idrolisi dei lipidi (grassi). In pratica degradano i fosfolipidi, trasformando i trigliceridi in glicerolo e acidi grassi. Tale processo viene definito, in gergo medico-scientifico, lipolisi – ovvero scissione dei grassi. L’esame del sangue che rileva i livelli di lipasi, perciò, potrebbe far confermare o escludere un eventuale danno pancreatico.

Diversi tipi di lipasi
Esistono diversi tipi di lipasi (lisosomiale, epatica, linguale eccetera). Ma le principali sono quelle pancreatica e la pancreatic lipase related protein 2 conosciuta anche con il nome di PLRP2. Tutte e due, come si evince dai nomi, sono secrete grazie al pancreas. Nel sangue troviamo determinate quantità di lipasi e la concentrazione ematica di queste molecole proteiche viene detta lipasemia. Livelli molto più ridotti di lipasi vengono secreti dalla mucosa gastrica, intestinale, polmonare o dalle ghiandole salivari. In una parte esigua anche dal tessuto adiposo.

Lipasi alte
Quando l’organismo è in buona salute la concentrazione nel sangue delle lipasi è generalmente ridotta. Ma quando vi è un danno al pancreas i livelli possono salire vistosamente. I motivi per cui ciò accade possono essere diversi e coinvolgono tutti il sistema digestivo.

Lipasi alte, cause
Se nel sangue vengono riversate elevate quantità di lipasi potrebbe essere un danno a carico delle cellule del pancreas. Uno dei problemi più comuni – che possono dare questo genere di alterazioni - sono i calcoli, ma i valori possono schizzare alle stelle anche per altri motivi:

  • Pancreatite acuta
  • Ostruzione dei dotti pancreatici
  • Calcoli
  • Carcinoma del pancreas
  • Ulcera peptica
  • Gastroenterite virale o batterica
  • Tumori delle ghiandole salivari
  • Parotite
  • Processi infiammatori
  • Consumo elevato di alcol
  • Diabete
  • Assunzione di farmaci (pillola anticoncezionale, morfina, codeina, indometacina, farmaci colinergici e diuretici tiazidici).

Se vi è un danno pancreatico in atto, le lipasi sono alte a partire da 5-8 ore dopo e possono durare anche per quindi giorni.

Quando viene richiesto
L’esame del sangue per le lipasi, in linea di massima, viene richiesto quando si sospetta una pancreatite acuta o cronica, una neoplasia del tratto pancreatico o un danno a quest’organo. Più raramente un medico può richiederlo in pazienti affetti da celiachia, morbo di Crohn e fibrosi cistica. Spesso il medico richiede le lipasi, insieme alle amilasi. Si tratta anch’esso di un enzima che viene prodotto sempre dal pancreas ma non considerato così specifico. Infatti, è anche associato alla secrezione degli enzimi da parte dalle ghiandole salivari.

I sintomi
Si può sospettare un danno pancreatico in caso di febbre alta associata a forti dolori addominali o alla schiena. Dimagrimento eccessivo, nausea, inappetenza e feci grasse.

Lipasi, valori normali
I valori normali delle lipasi sono compresi tra i 140 U/L  e i 200 U/L. Valori più alti potrebbero far pensare a un danno al pancreas. In genere se si tratta di infiammazione pancreatica, tali valori possono essere 5-10 volte più alti del normale. È importante sottolineare che valori più bassi potrebbero riferirsi con maggior probabilità ad altre patologie come la celiachia, le malattie renali, un’infiammazione delle ghiandole salivari, una gastroenterite, un’ostruzione intestinale o un’ulcera. Nel caso di pazienti affetti da morbo di Crohn o fibrosi cistica i valori possono essere mediamente alti. Ma non solo: nella fibrosi cistica, infatti, se il danno non è acuto ma permanente le lipasi potrebbero risultare, al contrario, più basse del normale.

Preparazione all’esame del sangue
Questo genere di esame del sangue prevede un digiuno minimo di otto ore che deve includere anche tutte le bevande, l’unica eccezione è l’acqua naturale. È probabile che alcuni farmaci possano interferire con il monitoraggio dei valori, quindi è indispensabile parlarne prima con il medico curante.

Integratore a base di lipasi
L’enzima lipasi non si trova solo nel tratto digestivo umano ma anche in molte piante, animali, batteri e muffe. Assunto come integratore, permette di accelerare alcune reazioni biochimiche del corpo. Viene utilizzato in caso di problemi digestivi, bruciore di stomaco, allergia al glutine, morbo di Crohn e fibrosi cistica. Secondo recenti studi, gli integratori sembrano essere mediamente efficaci in casi di insufficienza pancreatica associata a fibrosi cistica.  Ma non esistono prove sufficienti per quanto riguarda la celiachia, il morbo di crohn e i problemi digestivi.

Fonti scientifiche
[1] Lipase test – MedlinePlus – National Library of Medicine
[2] Lipase – MedlinePlus – National Library of Medicine
[3] Lipase Tests – MedlinePlus – National Library of Medicine
[4] Pancreas. 1998 Jan;16(1):45-9. A comparison of lipase and amylase in the diagnosis of acute pancreatitis in patients with abdominal pain. Keim V1, Teich N, Fiedler F, Hartig W, Thiele G, Mössner J.