15 dicembre 2018
Aggiornato 15:30

Il grasso fa bene o fa male? La risposta degli scienziati

Gli scienziati dell’Harvard TH Chan School of Public Health spiegano la differenza tra carboidrati e grassi in termini di alimentazione. Ecco come dovremmo cambiare la nostra dieta

I grassi fanno bene o male?
I grassi fanno bene o male? (Shaiith | Shutterstock)

Ogni giorno – o quasi – nasce una nuova dieta, spesso priva di ogni fondamento scientifico. Ed è così che si vedono regimi alimentari più inclini all’uso di proteine, altri ai carboidrati e, altri ancora, ai gassi. Ma quali sono gli elementi nutrizionali davvero utili alla nostra salute? E, soprattutto i grassi fanno bene al nostro organismo o possono provocare danni? Ecco, una volta per tutte, la risposta degli scienziati appena pubblicata su Science of Nutrition.

Meglio i carboidrati o grassi?
E’ meglio una dieta povera di grassi e con un buon quantitativo di carboidrati o l’opposto? Hanno cercato di far luce sulla questione alcuni scienziati della Harvard TH Chan School of Public Health,  e del Boston Children's Hospital. A dispetto di quanto si creda, gli esperti hanno ritenuto che non possa essere determinato – in senso assoluto – un rapporto specifico tra grassi e carboidrati. Gli unici benefici in termini di salute si otterrebbero scegliendo accuratamente la qualità delle materie prime.

Una dieta ideale non esiste
In sintesi, non esiste una dieta ideale ma esiste un metodo per migliorare la propria salute e peso corporeo che possa andar bene per tutti: scegliere gli ingredienti giusti. «Questo è un modello per come possiamo trascendere dalle guerre sulla dieta. Il nostro obiettivo era quello di riunire un team con diverse aree di competenza e punti di vista contrastanti e di identificare le aree di accordo senza ignorare le differenze», spiega ha David Ludwig, professore presso il Dipartimento di Nutrizione dell’Harvard Chan School.

Le tre posizioni contrastanti delle linee di guida dietetiche

Le linee dietetiche spesso mostrano consigli contrastanti uno con l’altro. Eccone alcuni esempi:

1)      L'alto consumo di grassi causa obesità, diabete, malattie cardiache e forse cancro, quindi le diete a basso contenuto di grassi sono ottimali.

2)      I carboidrati trasformati hanno effetti negativi sul metabolismo; diete a basso contenuto di carboidrati o chetogenici (a basso contenuto di carboidrati) con un alto contenuto di grassi sono migliori per la salute.

3)      La quantità relativa di grassi e carboidrati nella dieta ha poco significato per la salute: l'importante è il tipo di grasso o di carboidrati consumati.

Il tuo cibo è raffinato?
In pratica, le linee guida dietetiche citate si smentiscono una con l’altra e, per tale motivo, non possono essere seguite correttamente. Gli studiosi hanno convenuto che concentrandosi sulla qualità della dieta, si otterrebbero i migliori risultati. Ciò significa sostituire, per esempio, i grassi saturi o trans con quelli insaturi. Oppure i carboidrati raffinati con i cereali integrali e aggiungere buoni quantitativi di frutta e verdura. Quindi la maggior parte delle persone può tranquillamente mantenere uno stato di salute ottimale pur consumando un’ampia gamma di grassi e carboidrati.

Nuove ricerche
Secondo gli scienziati, le prossime ricerche dovrebbero essere in grado di rispondere con certezza alle seguenti domande:

Le diete con vari rapporti carboidrati-grassi influiscono sulla composizione corporea (rapporto tra grasso e tessuto magro) indipendentemente dall'assunzione calorica?

Le diete chetogeniche offrono benefici metabolici oltre a quelli di una moderata limitazione di carboidrati e, in particolare, del diabete?

Quali sono le quantità ottimali di specifici tipi di grassi (compresi i grassi saturi) in una dieta a basso contenuto di carboidrati?

Gli autori dello studio sono David Ludwig, Walter Willett e Jeff Volek ed è stato reso possibile grazie a un premio alla carriera offerto a Ludwing dal National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases. Volek, invece, è fondatore, azionista e consulente di VirtaHealth Corp. e membro dei consigli consultivi di Atkins Nutritionals Inc., UCAN Co. e Axcess Global.

Fonti scientifiche

[1] Dietary fat is good? Dietary fat is bad? Coming to consensus - Harvard TH Chan School of Public Health