19 dicembre 2018
Aggiornato 16:00

Mal d’orecchio: gli oli essenziali che combattono le infezioni (secondo la scienza)

Le ricerche scientifiche che mettono in evidenza l’efficacia di alcuni oli essenziali contro otite, batteri e mal d’orecchio

Gli oli essenziali che combattono l'otite
Gli oli essenziali che combattono l'otite (Serena Carminati | Shutterstock)

Chiunque abbia sperimentato, almeno una volta nella propria vita il mal d’orecchie, sa quanto possa essere doloroso a causa della presenza di batteri patogeni. E tra i prodotti naturali con il maggior poter battericida ci sono gli oli essenziali. Si tratta di sostanze ultra-concentrate ottenute per distillazione a vapore o spremitura a freddo. Nonostante siano molto efficaci, gli oli essenziali vanno usati con molta attenzione e parsimonia per evitare pericolosi danni. Ma con un uso consapevole si possono ottenere eccellenti risultati. Ecco alcuni consigli riportati recentemente dalla dottoressa Debra Rose Wilson su Medical News Today.

Perché gli oli essenziali funzionano?
Gli oli essenziali possono essere utilizzati per combattere il mal d’orecchie alla stregua di altri farmaci di uso comune. A suggerirlo sono alcune ricerche condotte negli ultimi anni, le quali hanno messo in risalto le virtù antibatteriche e antivirali degli oli essenziali più conosciuti.

Come si usano gli oli essenziali
Trattandosi di prodotti molto concentrati gli oli essenziali non possono e non devono mai essere utilizzati puri. Per cui è consigliabile miscelare molto bene uno due gocce in un cucchiaino di olio vegetale. Potrebbero essere utili al caso quello extravergine di oliva, di cocco e di sesamo. Gli oli vegetali andrebbero utilizzati di preferenza tiepidi ma non caldi, per evitare di danneggiare il condotto uditivo. Per applicarli all’interno dell’orecchio a scopo curativo bisogna imbibire un batuffolo di cotone della miscela e versarla a goccia a goccia nell’orecchio. Non si deve, però, eccedere con la quantità di olio utilizzato.

Quali oli usare
Scienziati di tutto il mondo hanno testato diversi oli essenziali nella cura dell’otite. Uno dei metodi più riusciti sembra essere stato quello derivante da una miscela di essenze: lavanda, chiodi di garofano, erba Roberta. Durante lo studio, i volontari ai volontari sono state somministrate 3 gocce ogni 12 ore, per una settimana. Dai risultati è emerso che la miscela si è dimostrata persino più efficace della ciprofloxacina [1].

Olio essenziale di origano
Quest’olio essenziale è quello considerato con il più alto potere battericida. Ma quello utilizzato nello studio appartiene alla varietà messicana e prende il nome di Lippia graveolens. In seguito ai datti ottenuti dalla ricerca – condotta in vitro – si è potuto dimostrare come il prodotto possedesse proprietà antivirali a causa di un componente denominato carvacrolo, presente anche nell’olio essenziale di timo [2].

Tea tree oil
L’olio essenziale di tea tree è un prodotto che tutti gli amanti dei rimedi naturali conoscono bene. Il merito di tanta fama è dovuto alla presenza di una sostanza antibatterica chiamata terpinen-4-olo. Il tutto unito ad altre molecole dall’azione antiinfiammatoria. Nonostante molti lo usino per combattere le otiti, tuttavia, gli scienziati ritengono che siano necessarie ulteriori ricerche a conferma di questa tesi.

Olio essenziale di basilico
Un olio essenziale da sempre utilizzato nel trattamento degli acufeni, ora alcuni ricercatori pensano che possa essere utile anche per combattere le infezioni delle orecchie. In particolare, uno studio del 2005 – condotto su modello animale - ha messo in evidenza come l’essenza di Ocinun Basilicum sia efficace contro lo Streptococcus pneumoniae o l’Haemophilus influenzae. I progressi, si legge nell’estratto dello studio, «sono stati monitorati mediante esami otomicroscopici e colture dell'orecchio medio. Il trattamento con olio di basilico o componenti di olio essenziale ha curato o guarito il 56% -81% dei ratti infettati da H. influenzae e il 6% -75% dei ratti infettati da pneumococchi, rispetto al 5,6% -6% dei ratti nel gruppo placebo. Oli essenziali o loro componenti posti nel condotto uditivo possono fornire quindi un trattamento efficace dell'otite media acuta», concludono gli scienziati. [4].

Fonti scientifiche

[1] Investigation of the effectiveness of Syzygium aromaticum, Lavandula angustifolia and Geranium robertianum essential oils in the treatment of acute external otitis: A comparative trial with ciprofloxacin - Yunes Panahi'Correspondence information about the author Yunes PanahiEmail the author Yunes Panahi, Asghar Akhavan, Amirhossein Sahebkar, Seied Mohammad Hosseini, Mohsen Taghizadeh, Hossein Akbari, Mohammad Reza Sharif, Saber Imani

[2] Brazilian Journal of Microbiology - Braz. J. Microbiol. vol.42 no.4 São Paulo Oct./Dec. 2011 http://dx.doi.org/10.1590/S1517-83822011000400049  GENETICS AND MOLECULAR MICROBIOLOGY - Antiviral activity of the Lippia graveolens (Mexican oregano) essential oil and its main compound carvacrol against human and animal viruses

[3] Clin Microbiol Rev. 2006 Jan; 19(1): 50–62. doi:  10.1128/CMR.19.1.50-62.2006 PMCID: PMC1360273 PMID: 16418522 Melaleuca alternifolia (Tea Tree) Oil: a Review of Antimicrobial and Other Medicinal Properties C. F. Carson,1 K. A. Hammer,1 and T. V. Riley Marciele Ribas PilauI; Sydney Hartz AlvesI,*; Rudi WeiblenII; Sandra ArenhartII; Ana Paula CuetoI; Luciane Teresinha LovatoI

[4] Effective Treatment of Experimental Acute Otitis Media by Application of Volatile Fluids into the Ear Canal  - Karl G Kristinsson  Anna B Magnusdottir  Hannes Petersen  Ann Hermansson - The Journal of Infectious Diseases, Volume 191, Issue 11, 1 June 2005, Pages 1876–1880, https://doi.org/10.1086/430003

[5] Investigation of the effectiveness of Syzygium aromaticum, Lavandula angustifolia and Geranium robertianum essential oils in the treatment of acute external otitis: A comparative trial with ciprofloxacin - https://doi.org/10.1016/j.jmii.2012.10.002