19 dicembre 2018
Aggiornato 16:30

Fa sesso orale con il suo amante e muore poco dopo. Cosa c’era nel suo pene?

Una donna di 38 anni muore subito dopo aver fatto sesso orale con il suo amante. Ecco cosa le è accaduto

Fa sesso orale con l'amante e muore subito dopo - Foto rappresentativa
Fa sesso orale con l'amante e muore subito dopo - Foto rappresentativa (4 PM production | Shutterstock)

Una storia dove l’amore, probabilmente, non era neppure lontanamente di casa ma che è costata la vita di una persona innocente. Stiamo parlando di una bella donna di nome Yvonne la quale aveva conosciuto un noto chirurgo a causa di problemi di salute. Il medico l’aveva curata più volte e a un certo punto era nata una scintilla ma, come abbiamo detto, non si trattava di sentimenti autentici, solo di sesso. Un rapporto, quindi, che non era destinato a durare a lungo ma che ha avuto vita molto più breve a causa della morte improvvisa di Yvonne. Ecco cosa le è accaduto.

L’incontro
Yvonne, che di professione faceva la parrucchiera, si era recata nei mesi precedenti da un medico a causa di una brutta tendinite. Il dottore di nome Andreas David Niederbichler, l’aveva operata per ben due volte. E tra una visita e l’altra tra loro è scattato qualcosa: una scintilla di passione ha cambiato completamente il loro rapporto. Ed è così che in brevissimo tempo i due diventano amanti. Niederbichler prima dell’accaduto lavorava presso la clinica tedesca Ameos Clinic. Era specializzato in chirurgia plastica, estetica e della mano.

Poi, il tragico episodio
Durante una delle giornate di sesso infuocato tra i due, la donna ha praticato del sesso orale con il medico. Fin qui appare come un fatto piuttosto normale, se non fosse che la povera Yvone (di 38 anni) muore poco dopo, nonostante i soccorsi siano intervenuti urgentemente. Solo i medici dell’ospedale sono poi riusciti a comprendere la vera causa del suo decesso: era morta di overdose.

Faceva uso di droghe?
La donna non aveva mai fatto uso di droghe in vita sua ma era anche completamente ignara del fatto che Niederbichler avesse cosparso il suo pene con della cocaina. Pare che a seguito delle indagini condotte dagli inquirenti si è venuto a sapere che l’uomo avesse fatto altre volte – con altre donne – questo giochetto. «Le vittime, che sono state interrogate, hanno detto di sentirsi male agli incontri. Tutte hanno mostrato reazioni dovute all'uso di stupefacenti». Tutte le donne hanno dichiarato che il medico aveva chiesto loro di avere dei rapporti orali e che solo dopo di questi hanno cominciato a sentirsi male. Per fortuna alle altre è andata meglio, mentre la povera Yvonne ha perso la vita.

Giustizia
Inutile dire che il padre della donna, Juergen, vuole che venga fatta giustizia. La figlia è morta a causa del medico e lui deve pagare per quello che ha fatto. «Aveva promesso che avrebbe guarito nostra figlia ora, invece, lei è morta. Lei era dolce, gentile, amabile. Era una sua paziente: l’aveva operata per una tendinite due volte», racconta il padre al noto quotidiano Bild.

Una vita rovinata
Il padre e la moglie hanno dichiarato che la loro vita, in seguito alla scomparsa della figlia, è stata completamente rovinata. A tal punto che ha assistito anche ad alcuni attacchi cardiaci dopo la morte di Yvonne. «Devo distrarmi continuamente altrimenti rischio di perdere la testa. Se fosse morta in un incidente stradale, ovviamente, saremmo comunque stati straziati, ma non riusciamo ad accettare che nostra figlia sia morta in questo modo atroce», continua il padre.

Arresto
Una minima parte di giustizia, ora, sembra essere arrivata perché il medico è stato finalmente accusato di omicidio ed è in arresto. «Deve avere l’ergastolo qualunque decisione diversa da questa sarebbe assolutamente ingiusta e sproporzionata rispetto a ciò che ha fatto», concludono i genitori di Yvonne.