25 giugno 2019
Aggiornato 22:00
Ipotiroidismo

3 sintomi di una tiroide malfunzionante, di cui nessuno parla

Il famoso medico Chris Steele ha spiegato, durante una trasmissione televisiva, quali sono i sintomi (sconosciuti) che segnalano la presenza di un malfunzionamento della tiroide

Sintomi dell'ipotiroidismo
Sintomi dell'ipotiroidismo ( Shutterstock )

La tiroide è una delle ghiandole più importanti per la salute dell’intero organismo. Oltre la metà delle persone, tuttavia, ha assistito a periodi in cui la propria tiroide ha funzionato male. Le statistiche, inoltre, ci dicono che oltre sei milioni di italiani soffrono di malattie tiroidee. Spesso, però, si attende troppo tempo per avere una diagnosi ben precisa perché i sintomi rimangono nell’ombra o vengono scambiati per problematiche meno serie. Proprio per questo motivo un famoso medico ed esperto britannico ha fornito, durante una trasmissione TV, alcune importanti informazioni per riconoscere i primi segni della malattia. Ecco quali sono.

Tiroide ipoattiva
L’ipotiroidismo è una condizione che si presenta con molta frequenza, specie negli over 35 di sesso femminile. Ma è un disturbo che, in realtà, non fa nessuna distinzione di genere o età. Se la condizione non viene trattata al meglio, tuttavia, si potrebbe assistere alla comparsa di pericolose malattie cardiovascolari. A parlare delle temibili conseguenze è stato il dottor Chris Steele, durante la trasmissione televisiva This Morning che va in onda su ITV. Il medico ha anche spiegato come riconoscere i primi segnali di un malfunzionamento tiroideo.

Troppi pochi ormoni
La ghiandola tiroidea si trova nella parte anteriore del collo, appena al di sotto del pomo d’Adamo. È essenziale per molte funzioni fisiologiche: regola i livelli di energia, la temperatura corporea, la frequenza cardiaca, l’ingresso di glucosio a livello cellulare, stimola la sintesi proteica, il metabolismo lipidico, la peristalsi intestinale eccetera. Quando la tiroide è ipoattiva significa che non produce un numero adeguato di ormoni. I sintomi più comuni – che tutti conosciamo – sono l’aumento di peso, la stanchezza, l’intolleranza al freddo, la depressione e la caduta dei capelli. Ma secondo il dottor Chris ci sono altri segni da non sottovalutare.

Modifiche del viso
Poiché gli ormoni tiroidei tendono a causare un aumento ponderale è molto probabile che il viso, prima ancora del corpo, abbia un aspetto piuttosto tondeggiante o comunque più rotondo rispetto a prima.

Riduzione delle sopracciglia
Un altro sintomo sottovalutato è quello che riguarda le sopracciglia: generalmente i peli tendono a cadere per oltre un terzo, specie nella parte esterna. D’altro canto anche i capelli possono apparire completamente differenti, apparendo di una struttura ampiamente modificata – spesso sono molto più sottili.

Carnagione diversa
Anche la carnagione può cambiare e può avere il classico aspetto definito crema e fragole, ovvero con le guance rossastre ma tutto il resto bianco/pallido. Gli altri sintomi comuni, già elencati dall’NHS sono: debolezza, crampi e dolori muscolari, pelle secca e squamosa, ciclo irregolare, pensieri più lenti, perdita del desiderio sessuale.