14 dicembre 2018
Aggiornato 00:00

5 segni «insospettabili» del cancro ai polmoni

A volte il cancro si manifesta con sintomi e segnali atipici. Eccone alcuni che andrebbero approfonditi consultando il proprio medico
Sintomi del cancro ai polmoni
Sintomi del cancro ai polmoni (Shutterstock.com)

Il cancro è una temibile malattia per molti motivi. Primo fra tutti è la mancanza di cure che realmente siano in grado di debellare la patologia. Seppure sono stati fatti passi in avanti negli ultimi cinquant’anni, non si può certo dire che una persona a cui viene diagnosticato un tumore si sente tranquilla quando si trova nelle mani della moderna medicina. D’altro canto, un ulteriore problema risiede nel fatto che difficilmente si avvertono i sintomi se non nel caso di uno stadio avanzato. Ecco alcuni cinque segni che potrebbero far pensare a un cancro ai polmoni e che necessitano di ulteriori verifiche.

Il Killer numero uno
Purtroppo, secondo i dati forniti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il cancro al polmone è considerata una delle principali cause di morte, attestandosi come killer numero uno del cancro. In totale, i vari tipi di tumore, causano il decesso di quasi otto milioni di persone ogni anno. Ecco perché è fondamentale accedere alle cure al più presto, osservando eventuali segnali che potrebbero avere a che fare con il cancro ai polmoni.

Clubbing
Tra i vari sintomi descritti recentemente sul Deccan Chronicle figura anche il cosiddetto clubbing. Il termine è poco utilizzato nel nostro paese dove il disturbo è più noto con il nome di dita ippocratiche. Si tratta di una condizione in cui le dita delle mani e dei piedi prendono la forma di una bacchetta di tamburo. Ovvero si allargano alle estremità e spesso presentano le unghie a vetrino di orologio. È un problema abbastanza comune nei pazienti affetti da cancro al polmone. Tuttavia, i ricercatori non si spiegano perché in alcuni si presenta la condizione e in altri no. Anche se sanno che è più probabile che si verifichi nel carcinoma non a piccole cellule. È importante sottolineare che il clubbing si evidenzia anche nei soggetti con altri tipi di patologie polmonari (per esempio tubercolosi e fibrosi cistica), in chi è affetto da malattie cardiache (cardiopatia congenita cianogena, endocardite batterica subacuta, mixoma atriale), nelle sindromi da malassorbimento e malattie infiammatorie (malattia di Crohn, rettocolite ulcerosa, cirrosi biliare primitiva, poliposi), nell’ipotiroidismo e in alcuni tipi di aneurisma.

Tosse continua
Un altro segnale tipico dei pazienti affetti da cancro al polmone è una tosse che persiste per mesi o anni. Il National Health Service ci tende a sottolineare che una tosse che non riesce ad andare via dopo due o tre settimane potrebbe far pensare un cancro ai polmoni e che quindi la questione va approfondita da un medico.

Gonfiore del collo
Viso e collo potrebbero gonfiarsi in caso di cancro ai polmoni, secondo quanto riportato dal National Health Service. Questo verrebbe causato dalla massa tumorale che preme contro la vena che eroga il sangue accanto alla testa.

Mal di schiena
Un altro sintomo spesso insospettabile di cancro ai polmoni, secondo quanto dichiarato dall’American Cancer Society, è il mal di schiena e ai fianchi. Ciò potrebbe accadere qualora si siano già formate delle metastasi.

Livelli elevati di calcio
Alcune forme di cancro ai polmoni potrebbero determinare livelli di calcio eccessivamente elevati. Questo accade perché tale elemento fuoriesce naturalmente dalle ossa a causa del cancro. Troppo calcio nel torrente ematico può portare e estrema sonnolenza e coma.