16 gennaio 2021
Aggiornato 18:00
Eletta Campana

Marijuana: ecco quella che si può fumare legalmente

Alla fiera della Canapa di Bologna Easy Joint ha presentato la Marijuana che si può utilizzare in maniera del tutto legale. Ecco com’è fatta, dove trovarla e perché è consentito il suo utilizzo

È il sogno di molti, forse, quello di poter fumare Canapa in maniera del tutto legale. Ma attenzione: quella consentita è un tipo di varietà molto particolare che non sballa ma aiuta comunque a sentirsi meglio. Ecco come si chiama e dove trovarla.

Fiera della Canapa
A presentare la novità è ancora una volta Easy Joint, uno dei più noti produttori di articoli a basso contenuto di tetraitrocannabinolo o THC. Il suo nome è Eletta Campana e si tratta di una varietà di Cannabis che un valore di THC decisamente contenuto, che si attesta intorno allo 0,6 percento. Ovvero il limite massimo consentito dalla legge. La marijuana legale è stata recentemente presentata alla Fiera della Canapa di Bologna.

Le prime vendite un successo
Le prime vendite on line dei prodotti a base di Canapa Legale, hanno registrato nel giro di brevissimo tempo un successo inaudito. Il loro sito Internet, al momento dell’apertura, ha infatti registrato qualcosa come un ordine ogni 30 secondi (!).

Tutto perfettamente legale
Recentemente, Andrea Glofoni proprietario di Joint Grow, il negozio di Roma che si trova a Monti Tiburtini, ha rilasciato un’intervista a Roma Today, spiegando il perché del successo delle vendite. A quanto pare, la loro Cannabis possiede «un basso contenuto di Thc, inferiore ai limiti di legge, che la rende assolutamente legale. La legge, infatti, prevede l'illegalità per la molecola del Thc e non della pianta di cannabis in sé per sé. Questo - continua Glofoni, proprietario 33enne di Joint Grow - è stato sancito da una legge di qualche anno fa che da pochi mesi è stata cambiata. In termini di legge il limite di Thc è stato alzato dal 0,2 al 0,6%. Il limite massimo consentito è 0,6. Il range dei prodotti che trattiamo come Easy Joint arriva massimo allo 0,091, inferiore allo 0,1%, quindi assolutamente legale».

Non è poi tanto diversa da una camomilla
Glofoni spiega che il contenuto di CBN, un cannabinolo dalle virtù narcolettiche, potrebbe svolgere un effetto relax molto simile a una semplice camomilla. D’altra parte il CBD dona effetti di rilassamento muscolare e ha un’azione antinfiammatoria. E, inaspettatamente, i prodotti in questione hanno una particolarità: arrivano fino al 4%. Una percentuale decisamente elevata ai fini salutari. Pare possa essere utile in caso di mal di testa, dolori articolari e muscolari. Secondo alcune teorie, potrebbe essere un coadiuvante per le persone che soffrono di malattie degenerative.