16 novembre 2018
Aggiornato 23:30

Le creme steroidee, cosa sono, a cosa servono e i rischi

Destinate al trattamento dei disturbi cutanei come eczema, psoriasi, fimosi, dermatiti e così via, le creme steroidee possono sì essere utili ma causare anche molti problemi, effetti collaterali e dipendenza. Ecco cosa sono, come si usano e come evitare problemi
Creme steroidee: cosa sono, come si usano e i rischi
Creme steroidee: cosa sono, come si usano e i rischi (Shutterstock.com)

Qualcuno avrà letto del caso della donna di 50 anni britannica, Juli-Anne, che è rimasta sfigurata e piena di piaghe su tutto il corpo a causa della sua dipendenza dalla crema steroidea che usava dalla tenera età di 3 mesi per curare un eczema. Bene, questo non è un caso isolato perché la dipendenza dalle creme steroidee e anche dal cortisone è ben documentata. Esistono anche dei gruppi di persone che si sono formati proprio per offrire assistenza a chi ne è dipendente – un po’ come gli ‘alcolisti anonimi’. Ma cosa sono le creme steroidee, a cosa servono, come si usano e quali sono gli effetti collaterali? Vediamolo di seguito.

Le creme steroidee cosa sono
Sono creme, o pomate, che si utilizzano a livello locale (topico) per trattare i problemi dermatologici o malattie della pelle. Tra questi le irritazioni, l’eczema ma anche psoriasi, dermatite e altri ancora. Gli steroidi sonio delle sostanze prodotte naturalmente dal nostro organismo, ma quelli utilizzati a livello topico e modificati sono in tutto e per tutto dei farmaci corticosteroidi, che tuttavia nulla hanno a che fare con i più famosi steroidi utilizzati a volte da chi fa body building. Anche se ne esistono con diverse formulazioni, sono composti chimici molto potenti, per cui andrebbero sempre utilizzati con cautela e, soprattutto, sotto stretto controllo medico. Molta attenzione deve essere prestata in gravidanza.

Per cosa si usano le creme steroidee
La crema steroidea, o farmaco corticosteroide, in genere si usa per i problemi di pelle, tra questi:
Eczemi
Psoriasi
Allergie
Acne
Dermatite
Eruzioni cutanee in genere

Come funzionano le creme steroidee
La crema steroidea agisce a livello locale, o topico, sulla zona in cui si applica. Il principio attivo, tuttavia viene poi assorbito dal corpo ed entra nel flusso ematico (cioè nel sangue). La scelta del farmaco compete al medico dermatologo, che prescriverà il tipo di corticosteroide più adatto al caso. Questa scelta può essere determinata dal tipo di malattia della pelle, dalla gravità e così via.
La crema steroidea agisce diversamente a seconda di dove viene applicata, poiché le diverse parti del corpo assorbono in percentuali altrettanto diverse il principio attivo. Per esempio, il viso assorbe circa il 7% della crema, mentre gli avambracci circa l’1%. La parte che ne assorbe di più sono i genitali, con il 30%, poi ci sono le ascelle con il 4% e i palmi di mani e piedi che assorbono circa lo 0,1%. Per questo motivo non si possono usare le creme allo stesso modo per le diverse parti del corpo, senza rischiare di provocare danni. Inoltre, le creme steroidee sono disponibili in differenti versioni e potenze: in genere leggera, media, forte e molto forte.

Le avvertenze sulle creme steroidee
Come accennato, le creme steroidee sono un mezzo molto potente per combattere le malattie della pelle e i disturbi in genere. Proprio per questo, oltre a essere efficaci sono potenzialmente fautrici di effetti collaterali anche pesanti. Per limitare i possibili problemi è bene consultare sempre il medico per sapere con precisione quando, come e in che misura applicare la crema steroidea. Allo stesso modo non bisogna applicare la crema in zone diverse da quelle da trattare, o farlo di testa propria: un uso errato può causare infiammazioni, prurito, bruciore e nel peggiore dei casi anche desquamazione con ferite e sanguinamenti.
Le creme steroidee, così come quelle a base di cortisone, possono causare dipendenza o assuefazione, sia fisica che psicologica. La dipendenza, in questo caso, implica che si debbano usare sempre le creme per contenere il problema: se per caso ci si dimentica di applicarle, può capitare che il disturbo cutaneo peggiori nel giro di poco o si ripresenti in forma più grave. Allo stesso modo, molte persone non riescono a pensare di poter fare a meno della crema per poter condurre una vita ‘normale’. L’assuefazione del corpo, infine, fa sì che siano necessarie dosi sempre più elevate per contenere il problema dermatologico. Attenzione dunque a non usare questo genere di farmaci se non strettamente necessario e, nel caso, rivolgersi magari a qualcosa di ‘alternativo’, più naturale o meno forte – in ogni caso parlarne sempre con il proprio medico.