17 febbraio 2020
Aggiornato 20:30
Gravidanza e parto

La bambina nasce di colore, il papà «bianco» distrugge la sala parto. Chiarito il mistero

In provincia di Caserta un uomo, dopo che la moglie partorisce una bimba di colore, preso da un raptus di rabbia distrugge la sala parto. Allibiti gli operatori sanitari. L’uomo, è chiaro, era convinto che la bambina fosse sua… Ma ora è stato chiarito il mistero: la colpa è del ginecologo

Risolto il mistero della coppia bianca partorisce una bimba di colore
Risolto il mistero della coppia bianca partorisce una bimba di colore Shutterstock

CASAGIOVE – Una coppia di Casagiove, in provincia di Caserta, è diventata famosa suo malgrado per un episodio che ha coinvolto l’ospedale in cui la donna è andata a partorire. Sotto gli occhi stupiti degli operatori sanitari, e del padre della bambina appena nata, dopo 11 anni che non riuscivano ad avere figli, la donna ha partorito una neonata di colore. Tutti stupiti perché il ’’papà’’ è bianco. L’uomo, che evidentemente era ignaro della cosa, è andato su tutte le furie e ha fatto scoppiare un putiferio.

Una baraonda
Il marito della donna di 34 anni che ha partorito la bimba di colore, sentendosi tradito e soprattutto per averlo scoperto in quel modo, ha iniziato a insultare moglie e tutti coloro che gli capitavano a tiro – in quel frangente ha pure chiesto l’immediato divorzio. Ma non è tutto. Anche i famigliari, sconcertati e furiosi, si sono scagliati contro il reparto, hanno sfondato la vetrata della sala parto per entrare e volevano addirittura picchiare la donna che aveva appena partorito. Per sedare gli animi e la baraonda che si era venuta a creare è poi dovuta intervenire la vigilanza.

Si attendono notizie
Al momento, dopo che il Corriere Caserta ha dato notizia della vicenda, non vi sono state rilasciate dichiarazioni dalle autorità competenti, che si stanno occupando del caso. Per cui non si sa ancora bene cosa possa essere accaduto di certo e se la bambina sia realmente frutto di un rapporto extraconiugale o meno. Si attendono dunque notizie in merito.

AGGIORNAMENTO del 15/04/2016: Nelle ultime ore pare che il mistero sulla paternità sia stato risolto, e la colpa sarebbe del ginecologo che ha seguito la procedura per il concepimento della bimba. A fare chiarezza è sempre Corriere Caserta. Secondo quanto dichiarato dal direttore, la donna sarebbe ricorsa all’inseminazione artificiale utilizzando il seme del marito. Solo che il medico avrebbe scambiato le provette. Niente avventure extraconiugali a insaputa del marito dunque. Ora pare che i due coniugi abbiano adito per vie legali nei confronti del ginecologo e della clinica a cui si sono rivolti.