1 aprile 2020
Aggiornato 03:00
Medicina e sessualità

Ecco la donna con due vagine: può scegliere quale usare in un rapporto sessuale

Una ragazza di vent’anni racconta la sua esperienza con l’essere nata con due vagine e come questo condizioni il suo rapporto di coppia, i rapporti sessuali e una possibile gravidanza

Una donna racconta delle sue due vagine
Una donna racconta delle sue due vagine Shutterstock

STATI UNITI – Cosa significa avere due vagine? E questo come influisce sulla vita sessuale o su una possibile gravidanza? Queste e altre domande se l’è poste una ragazza di vent’anni che ha pubblicato in forma anonima, con il nick ‘’nurseryRN’’, un post sul sito Reddit. Sul post ha poi iniziato a rispondere al pubblico sul sesso, la gravidanza e cosa è accaduto quando – a 16 anni – ha scoperto la sua condizione.

Due di tutto
La ragazza non solo ha due vagine ma, com’era prevedibile, ha anche due uteri e due cervici. Questo rende la condizione ancora più incredibile, benché esistano altri casi nella letteratura medica. Questa malformazione è infatti conosciuta come ’’utero didelfo’’, ed è causata dalla mancata fusione dei due dotti di Muller. «Io sono una donna nata con un completo utero didelfo – scrive nurseryRN su Reddit – Ho vent’anni e ho scoperto di avere due uteri, due cervici e due vagine quando avevo 16 anni. Mi è stato detto che potrei rimanere incinta in entrambi gli uteri».

Cosa accadrebbe in caso di gravidanza?
Alla domanda di un’utente circa un’eventuale gravidanza e possibili problemi con un doppio utero, la ragazza ha risposto: «I miei uteri sono più piccoli del normale quindi sono a rischio di aborto spontaneo, ritardo di crescita intrauterina (bambini piccoli), e neonati prematuri». Allo stesso modo, la ragazza ha raccontato che a una donna è già accaduto di rimanere incinta in entrambi gli uteri, con un feto in uno e il gemello nell’altro.

E il sesso?
Alla domanda di come riesca a fare sesso con due vagine, nurseryRN ha risposto che lei preferisce la penetrazione nella vagina destra, poiché la sinistra è troppo piccola. A tal proprosito, nurseryRN ha aggiunto: «La mia vita sessuale è buona. Dipende da quale vagina è penetrata. Le mie vagine sono fianco a fianco e il lato sinistro fa male quando penetrato perché è più piccolo. Per quanto ne so, a causa del setto nella mia vagina, il mio Punto G è coperto. Oltre a questo, immagino che non sia molto diverso da quello di chiunque altro». Per centrare la vagina ’’giusta’’, però, il fidanzato deve per così dire mirare bene.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal