25 febbraio 2020
Aggiornato 02:00
Gravidanza gemellare unica in Europa

Miracolo a Genova: nascono 4 gemelli identici

Unico caso in Europa: una gravidanza difficile, ma i neogenitori si sono rifiutati di abortire, aggrappandosi alla fede. E alla fine sono stati premiati

GENOVA – Si chiama gravidanza quadrigemina perché è formata da due placente e quattro sacche amniotiche. Si tratta di un caso rarissimo, probabilmente l’unico in Italia. La donna ha partorito due maschi identici e due femmine altrettanto identiche.

Tutto è iniziato con un problema di infertilità
La coppia non riusciva ad avere un figlio a causa di un problema di infertilità. Ed è così che è iniziato il primo tentativo di fecondazione in vitro, andato più che a buon fine. Ma la strada è stata lunga e tortuosa. Ai futuri genitori, infatti, era stato consigliato di interrompere la gravidanza. I rischi erano troppi secondo il personale medico. La coppia, però, era determinata e non voleva abortire, neppure in maniera selettiva e parziale. «Ci siamo aggrappati alla fede», hanno dichiarato i neogenitori.

Quando la fede viene premiata
Questa volta la fede è stata premiata perché i bambini monozigoti sono nati, tutti e quattro, e in perfetta salute. «Siamo felicissimi, per noi e per ogni altra donna che dovesse trovarsi in una situazione simile. Non abbiamo mai pensato di abortire, ci siamo aggrappati alla fede, ho pensato sono dentro di me e li devo far nascere, se non c’è stato nessuno prima di me, devo essere io il caso positivo per un’altra donna, oggi sappiamo che è andata così, abbiamo i nostri piccoli e possiamo dare coraggio agli altri, è un grande risultato». Ma il parto non è stato dei più semplici: l’equipe medica era formata da 16 persone tra medici, infermieri, anestesisti e ostetriche. Il parto, come quasi sempre avviene nei casi di gravidanza multipla, è avvenuto con anticipo, precisamente alla 31esima settimana di gravidanza.

I piccoli in terapia intensiva
Come per ogni normale nascita prematura, anche i quattro gemellini sono stati ricoverati nel reparto di terapia intensiva. Ma godono di ottima salute e non necessitano di attrezzature che li aiutino a respirare bene. Secondo alcuni dati è il primo caso di questo genere che si verifica in tutta Europa: «Un caso rarissimo. Vi è un’unica gravidanza dello stesso tipo conclusasi con il parto di quattro gemelli, tutti vivi, in America. A oggi, tutti i neonati hanno ancora bisogno di un modesto aiuto respiratorio, ma hanno cominciato ad alimentarsi per via endovenosa dalla madre, mentre i primi esami di ecografia cerebrale parlano di una situazione perfettamente nella norma» raccontano i neonatologi Francesco Risso e Francesco Campone.

E, infine, la scelta del nome e i consigli della mamma
Si è parlato tanto del parto, ma ancora non abbiamo detto i nomi dei quattro gemellini: Vittoria, Costanza, Marcantonio e Geremia e i genitori Maria Antonietta e Andrea. I genitori, pienamente felici della loro scelta si rivolgono alle altre mamme: «voglio dare il mio supporto ad altre coppie che si dovessero trovare ad affrontare un percorso simile. Il professor Paladini mi ha accompagnato in questo difficile percorso: è stato il solo specialista consultato a darci una speranza, proponendoci di procedere passo a passo sempre informandomi sui rischi, con grande professionalità e onestà, ma venendo incontro ai nostri sentimenti», conclude la felice neomamma.