9 dicembre 2019
Aggiornato 21:00
Quiproquo di genere

Lei vuole essere amica, lui pensa voglia fare sesso

Uomini e donne interpretano diversamente, e spesso male, i segnali riguardanti le relazioni e gli interessi sessuali.

OSLO – Uno studio sulla psicologia evolutiva ha evidenziato la grande differenza tra uomini e donne quando si tratta di interpretare i segnali riguardanti gli interessi sessuali durante una conversazione. Lui pensa che lei voglia fare sesso, mentre lei in realtà vorrebbe solo essere gentile e amica.

CANTONATE – Quando si tratta di rapporti tra uomo e donna le cantonate sono all’ordine del giorno. Spesso infatti s’interpretano male i comportamenti dell’altro o dell’altra, anche in situazioni normali come una semplice conversazione. A capire male è soprattutto lui, ma secondo uno studio del Dipartimento di Psicologia dell’Università norvegese di Scienza e Tecnologia (NTNU), anche lei non sarebbe da meno.

IL CHIODO FISSO – I sostenitori del luogo comune che vuole i maschi con il chiodo fisso del sesso ben piantato in testa, di certo diranno: «lo dicevo io!». Già, perché a giudicare dai risultati dello studio, i maschi nella stragrande maggioranza dei casi pensano che se lei è gentile, amichevole, è perché vuole finire sotto le lenzuola. Invece, lei voleva essere solo amica… Il bello è che anche i maschi si sono lamentati delle reazioni femminili ai loro comportamenti, accusandole di interpretare male i loro segnali di interesse sessuale per semplice amicizia: insomma, l’esatto contrario.

EVOLUZIONE? – Secondo i ricercatori tutto questo fraintendimento sarebbe legato alle sfide ancestrali per trovare un partner con cui riprodursi. Se quando si tratta di capacità mentale, conquiste intellettuali, preferenze alimentari uomini e donne sono tutti più o meno uguali, quando si tratta di riproduzione tutto cambia – e ognuno mette in atto precise strategie. I maschi però si dimostrano un po’ tontoloni perché, spiegano i ricercatori, quando lei davvero mostra interesse sessuale, spesso lui non lo capisce (!).