Roma | Comuni

Fiumicino, Fdi: «Se guideremo il Comune, parteciperemo alla gestione dell'aeroporto»

In attesa di chiarimenti sul nome da candidare alle prossime amministrative, Fratelli d'Italia fa sapere di voler avere maggior voce in capitolo nella questione "aeroporto". Il Comitato FuoriPista chiede un incontro

Una panoramica delle piste di decollo e atterraggio dell'aeroporto di Fiumicino
Una panoramica delle piste di decollo e atterraggio dell'aeroporto di Fiumicino (ANSA/TELENEWS)

FIUMICINO - In attesa di sapere chi sarà il candidato del centrodestra nelle prossime elezioni che si terranno nella città litorale, Fratelli d'Italia sembra avere le idee molto chiare su come gestire la delicatissima questione dell'aeroporto. "Uno dei primi provvedimenti una volta che avremo le redini di questo Comune - hanno fatto sapere i consiglieri comunali Federica Poggio e Giuseppe Picciano - sarà coinvolgere Regione Lazio, Città Metropolitana, Comune di Roma e Governo nell’acquisto di un cospicuo numero di azioni delle aziende che controllano Aeroporti di Roma per avere voce in capitolo in tutte le decisioni che riguardano il Leonardo da Vinci".

La strategia di Fdi
Bisogna sedere nel consiglio di amministrazione di AdR, fanno sapere Poggio e Picciano, avendo un peso specifico vero e non di semplice rappresentanza e prendersi la responsabilità di decidere: "Facile da fuori dire ‘no al raddoppio’ o strapparsi i capelli per l’emorragia occupazionale criticando le scelte senza farne o dare soluzioni - dichiarano i due esponenti di Fratelli d'Italia - il Comune di Fiumicino, la Provincia di Roma e l’intera Regione Lazio devono far parte dei ‘tavoli’ nei quali si decide il nostro futuro e quello dei tanti lavoratori del sedime. Il ‘Da Vinci deve finalmente essere connesso in maniera vera e forte a Fiumicino e non essere una realtà ‘aliena’ innestata su questo territorio".

Il Comitato FuoriPista chiede un incontro
A seguito delle dichiarazioni dei consiglieri comunali di Fiumicino, è intervenuto il Comitato FuoriPista che da anni si batte contro l'eventuale raddoppio dello scalo aeroportuale. "Chiediamo un incontro ai consiglieri Poggio, Picciano e Biselli sulla loro proposta di acquisto di azioni in AdR da parte del Comune di Fiumicino. Il Comitato fa sapere di richiedere questo incontro "per approfondire la loro proposta politico-amministrativa secondo la quale il Comune di Fiumicino, in caso di un loro successo elettorale, acquisirebbe un «cospicuo numero di azioni che controllano Aeroporti di Roma per avere voce in capitolo in tutte le decisioni che riguardano il Leonardo da Vinci». Data l’autorevolezza dei proponenti, come Comitato FuoriPista, siamo certi che risponderanno positivamente e al più presto alla nostra richiesta di incontro così da poter avviare un serio e approfondito ragionamento sull’aumento della presenza azionaria pubblica in AdR e nel contempo esaminare l’insieme della problematiche, in termini occupazionali e di relazione con il territorio, organicamente connesse alla presenza della più grande azienda aeroportuale del Paese".