Roma | Sicurezza

Roma, petizione contro scippi e furti tra Magliana e Colle del Sole

È stato un Natale all'insegna della paura per molti cittadini del XI municipio. Una raccolta firme è stata lanciata per chiedere maggiore sicurezza

Una fiaccolata di Fratelli d'Italia per chiedere maggiore sicurezza nel territorio dell'XI Municipio
Una fiaccolata di Fratelli d'Italia per chiedere maggiore sicurezza nel territorio dell'XI Municipio (ANSA)

ROMA – La situazione nel quadrante tra Marconi, Villa Bonelli, Colle del Sole e Magliana è sempre più delicata. Scorrendo i gruppi Facebook animati dai residenti, si assiste a un bollettino fatto di rapine e furti per strada. Potere dei social network: riscoprire il senso di comunità, mettendo in allarme i propri vicini, poi i vicini dei vicini e così via. E se la politica che governa il territorio sembra impotente, quella dell'opposizione chiede un intervento immediato.

I racconti - «Stanotte durante la cena di Natale ci sono entrati i ladri in casa – ha allertato una ragazza che vive tra via delle Vigne e via della Magliana – State attenti in questi giorni di festa perché non aspettano altro che usciamo di casa. La polizia ci ha detto che questi sono giorni critici». Un'altra ragazza, invece, il 20 dicembre ha postato le foto della tentata rapina in casa sua, sventata proprio grazie all'intervento dei vicini: «Sorpresa zingari. Attenzione tutti quanti».

La petizione di Fdi – A denunciare il bilancio nero del periodo natalizio relativamente ai furti negli appartamenti, agli scippi ed ai borseggi è Daniele Catalano consigliere di Fratelli d’Italia del Municipio Roma XI. «È una situazione assolutamente critica ed allarmante. In tutto il periodo natalizio abbiamo ricevuto segnalazioni sparse per tutto il territorio del Municipio XI e non solo». Così dopo l’ennesimo racconto di un cittadino, è nata l'idea di attivare una petizione sul territorio di Colle del sole, nelle immediate vicinanze di Corviale, davanti alla chiesa di Via Chiusdino. «Nelle domeniche successive a partire dal 14 gennaio raccoglieremo il maggior numero di firme per richiedere l’attivazione di tutte le azioni possibili per prevenire questi fenomeni. Se i Cinquestelle – attacca Catalano – invece di convocare gli inutili tavoli della sicurezza, istituissero una vera commissione speciale sul tema probabilmente tutte le forze politiche di maggioranza ed opposizione potrebbero essere maggiormente incisive».